CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.05.2018

«Le pale eoliche, un impianto modello»

La festa per l’inaugurazione di AffiL’inaugurazione delle pale eoliche di Monte delle Danzie, ad Affi FOTO EXPRESS
La festa per l’inaugurazione di AffiL’inaugurazione delle pale eoliche di Monte delle Danzie, ad Affi FOTO EXPRESS

È stato inaugurato ieri sera il nuovo impianto eolico Agsm di Monte delle Danzie, ad Affi. I due nuovi aerogeneratori si ergono a poca distanza dei quattro «gemelli» di Rivoli, che hanno iniziato a funzionare tre anni fa. Quello di Affi è il più piccolo impianto fra quelli realizzati da Agsm Verona. Si compone di due aerogeneratori da 2 megawatt (MW) di potenza ciascuno (per un totale di 4 MW complessivi), modello MM92 della Senvion. Gli aerogeneratori sono alti 80 metri fino all’asse di rotazione e il rotore ha un diametro di 92 metri. «Queste pale eoliche che da qualche mese sono entrate in produzione fanno parte del nostro territorio e hanno contribuito a farci entrare di diritto, tra i primi Comuni in Italia a centrare l’obiettivo del protocollo di Kyoto 2020», ha detto il sindaco di Affi Roberto Bonometti. «Questo obiettivo ce lo siamo posto nel 2008 quando abbiamo firmato il protocollo proprio presso la Commissione Europea alla presenza dell’allora presidente Barroso». «Tutto questo è stato possibile grazie ad Agsm», ha sottolineato il sindaco. «Ringrazio l’attuale presidente Michele Croce e quelli che lo hanno preceduto: Paolo Paternoster e Fabio Venturi. Oltre al tecnico comunale Ennio Residori, all’ex assessore Marco Sega e all’attuale assessore Gianmarco Sacchiero e all’ingegnere Marco Giusti responsabile progettazione e sviluppo delle rinnovabili di Agsm». «Inauguriamo un impianto modello», ha aggiunto il presidente del Gruppo Agsm Michele Croce. «Agsm è sempre più esempio nel mondo delle energie rinnovabili. Un mix vincente unico nel panorama italiano: energia pulita, ritorno degli investimenti a tempo record, rispetto dell’ ambiente, condivisione con la comunità sin dalla progettazione, programmi di educazione, strumenti di investimento e agevolazioni tariffarie per i residenti. Abbiamo altri progetti in arrivo, nell’eolico e non solo». A ottobre Agsm emetterà gli «Affi Bond», riservati ai cittadini e alle imprese residenti nel comune di Affi, che avranno così la possibilità di diventare co-finanziatori dell’impianto. Per spiegare questa iniziativa è in programma un incontro giovedì 14 giugno alle 21 in municipio ad Affi. Entrato in esercizio il 2 agosto 2017, l’impianto eolico di Affi ha prodotto sinora 5 Gigawattora (GWh), pari al consumo annuo di energia elettrica di più di 6.600 persone. L’investimento complessivo per la sua realizzazione è stato di 4,9 milioni di euro. Con l’entrata in funzione di questo impianto Agsm ha superato per la prima volta con impianti di proprietà i 100 GWh/anno (100milioni di Chilowattora) di produzione da fonte eolica, pari a circa il 40 per cento della produzione Agsm da fonti rinnovabili, che a sua volta rappresenta il 35 per cento della generazione elettrica complessiva (15% eolico, 19% idroelettrico e 1% fotovoltaico, in linea con lo share nazionale). Affi invece è stato il primo Comune nella provincia di Verona ad avere aderito al Patto dei sindaci – che prevede la riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020 – e ad avere ospitato un centro di ricarica pubblico per automobili elettriche. Inoltre è stato recentemente premiato da Legambiente per il sostegno dato al progetto dell’impianto eolico inaugurato ieri. •

Luca Belligoli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1