CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.02.2018

Il Comune eredita a costo zero l’ex base militare della Nato

Un tunnel di collegamento nella ex base Nato di Affi
Un tunnel di collegamento nella ex base Nato di Affi

Domani alle 11, nella sala consiliare, è in programma la cerimonia per il passaggio di proprietà dal Demanio al Comune di Affi dell’ex base militare West Star. Si è completata infatti la procedura di accatastamento del bunker scavato nelle viscere del monte Moscal. Così la giunta comunale ha approvato la presa in carico dell’ex struttura militare, che il Comune ha acquisito a titolo gratuito, mediante il federalismo demaniale. L'ex base Nato è stata progettata tra il 1959 e il 1960 e costruita tra il 1960 e il 1966. Ha tre ingressi ed è stata concepita per resistere alle esplosioni nucleari. È stata una base di telecomunicazione, che conteneva impianti molto sofisticati in grado di collegarsi con tutto il mondo e in costante contatto con il Pentagono: non c’erano missili o materiale radioattivo. Le uniche armi presenti erano quelle in dotazione ai militari che lavoravano al suo interno e sorvegliavano il sito. West Star (stella d’occidente) è il suo nome in codice. Quand’era operativa il suo mantenimento costava un milione di euro l'anno. Solo di energia elettrica si spendevano ventimila euro al mese. Nel 1996 è iniziato lo smantellamento degli impianti di comunicazione. Nel 2004 all'interno di West Star si è svolta l'ultima esercitazione. Tra il 2006 il 2007 è stata smobilitata. West Star si sviluppa su tre piani con una superficie coperta di 13mila metri quadrati. Il bunker in caso di attacco atomico avrebbe dovuto garantire la sopravvivenza di oltre 300 persone, appartenenti ai vertici Nato. Una cittadella sotterranea dove si lavorava 24 ore su 24. Ora che la proprietà passa al Comune potrà diventare un’attrazione turistica. •

L.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1