Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

Ad Affi il bus per le gite dei turisti è gratuito

Le cascate di Molina sono una delle mete nelle gite previste dal Comune per i turisti

È stato presentato, ieri in biblioteca, giorno del suo esordio, il nuovo servizio «Free trans fer», che il Comune di Affi offrirà fino al 15 settembre, agli ospiti delle strutture ricettive del Comune. Si tratta di un servizio privato di trasporto gratuito a chiamata di cui potranno usufruire gratuitamente i turisti che avranno l’opportunità di poter raggiungere i punti di maggiore interesse della provincia con pullman da 55 posto o van da 8. La gestione è stata affidata alla società «What’s up», con sede ad Affi e dal 2013 sta sviluppando l’offerta turistica, . «Il Comune ha messo in cantiere questa nuova iniziativa per promuovere le attività alberghiere e complementari (B&b e affittacamere) » ha spiegato il sindaco Roberto Bonometti, «Affi annualmente registra circa 40mila presenze nelle sue strutture ricettive. Il nostro territorio per essere appetibile deve anche offrire qualche servizio in più», ha aggiunto il sindaco, «così abbiamo aderito a questo progetto, investendo tremila euro, provento degli incassi della tassa di soggiorno. Per funzionare questo servizio necessita dell’apporto dei gestori delle strutture ricettive che dovranno proporlo e farlo conoscere ai propri ospiti». Diego Fasoli, Andrea Cinquetti e Ledio Gurakuqui, di «What’s up» hanno spiegato che il servizio «Free trans fer» propone ogni giorno un’esperienza nuova agli ospiti. Il lunedì la meta sono le cascate di Molina con la possibilità di usufruire della visita al parco, con guida e di una degustazione di prodotti tipici locali pagando un biglietto di 35 euro, gratuito per i bambini fino a 5 anni. Il martedì è in programma la visita al mercato di Castelnuovo ed ad aziende agroalimentari del luogo. Mercoledì visita alle cantine della Valpolicella con assaggi e sosta in un ristorante tipico. Sempre al mercoledì cena nel forte asburgico di Pastrengo. Giovedì c’è la gita al mercato di Bardolino, venerdì a Verona e sabato al mercato di Caprino. •