CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.05.2018

Premio contro il bullismo agli studenti dell’Altichiero

Oggi, alla Scuola di polizia di Peschiera, tra i premiati per l’impegno nelle attività su legalità e cittadinanza responsabile, ci saranno anche i ragazzi della scuola media Altichiero di Zevio. Gli alunni si sono distinti per i progetti contro il bullismo e per aver partecipato alla rete «Tante tinte», formata da istituti di primo e secondo grado della provincia con l’obiettivo di garantire il pieno successo scolastico degli alunni nelle classi multiculturali. Alla cerimonia di Peschiera andranno una cinquantina di ragazzi accompagnati dalla dirigente dell’Istituto Paola Uboldi e dalle insegnanti che li hanno guidati in questi percorsi. Come spiegato dalla professoressa Carlotta Poli, i presupposti per il riconoscimento hanno messo radici già all’inizio dell’anno, quando tutte le classi hanno partecipato all’incontro «Soli e connessi», promosso dalla sua collega Maria Arlacchi, sui rischi derivanti dal cattivo uso del cellulare e dei social. La professoressa Poli, con l’aiuto degli insegnanti di lettere e di religione, ha quindi proseguito con una serie d’attività sul tema bullismo, prendendo spunto da letture, articoli di giornale, video e giochi educativi per stimolare la discussione tra i ragazzi. I migliori elaborati sono visibili sul sito https://sites.google.com/icszevio.gov.it/secondaria-zevio/bullismonontitemiamo. Ben sei le classi - prima, seconda e terza D, seconda e terza A e terza C - partecipanti alla tappa successiva: i concorsi banditi dal ministero all’Istruzione «Scollegati dal bullismo» e «Violenza, no grazie. Impariamo a rispettarci», inviando più elaborati. Quello realizzato dalla terza D ha fatto di più, superando le selezioni regionali, e ora è in corsa per quelle nazionali. Per assicurare la migliore integrazione tra gli studenti di diversa nazionalità, l’istituto ha infine avviato laboratori volti a favorire la comprensione dell’italiano e a favorire scambi interculturali. Il progetto attivato dalla professoressa Marina Gollo intende facilitare anche la comunicazione dei genitori degli alunni stranieri, attraverso i mediatori culturali dell’associazione Il sorriso di Ilham. Alla Scuola di polizia saranno premiate anche le scuole Dal Cero di San Bonifacio, i licei Medi e Anti di Villafranca, il Mondin di Verona, l’Istituto Betteloni di Verona e il Medici di Legnago, la rete Tante tinte e gli studenti delle quinte A e B 5 delle elementari di Fumane. •

P.T.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1