CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.02.2018

Il Team Cuochi Verona affina ricette e menu

Il Team Cuochi Verona che tra due settimane parteciperà al campionato nazionale
Il Team Cuochi Verona che tra due settimane parteciperà al campionato nazionale

La squadra è fatta, il menu è pronto e assaggiato, mancano ancora alcuni accorgimenti, poi i piatti che il Team Cuochi Verona presenterà al campionato nazionale di Rimini in occasione della Fiera della Birra il prossimo 20 febbraio saranno quasi perfetti. TOP SECRET. Sul nome dei piatti vale il segreto professionale. Il presidente dei cuochi scaligeri Paolo Forgia si sbilancia citando solo uno dei due protagonisti: il salmone. E poi ci sono i prodotti del territorio da valorizzare, fra questi la mela di Zevio, che ha ospitato nella tenuta Albertini il convivio durante il quale il Team Cuochi Verona si è presentato agli esperti, e alla giuria popolare, che si sono prestati agli assaggi, e successivamente ad assegnare a ogni piatto un voto in base ad appetibilità, presentazione e abbinamento. Dai commenti sono emersi pareri discordanti, segno che la cucina è sempre legata al vissuto e alla cultura. La conferma però è che sempre più oggi è indispensabile la preparazione, ed è vietata l’improvvisazione. LA PERFEZIONE. Al campionato italiano di Rimini il voto massimo vale 100, comprende la lode, da questa quota si scalano poi gli errori. Lo scorso anno i nostri fornelli arrivarono secondi insieme alla rappresentativa della Toscana, ma gli eredi di Dante chiusero in testa con 88 punti, quattro in più del gruppo dei soli scaligeri che si presentano per il terzo anno consecutivo, sperando di giocare un colpo basso ai rivali. «L’interesse per la cucina cresce insieme al moltiplicarsi dei talent trasmessi in televisione; è cambiato il modo di pensare alla professione cuoco, da ragazzino ero quello che doveva lavorare nel week end mentre gli amici si divertivano, ora siamo quelli che fanno piatti belli. Ci vuole preparazione e abnegazione, lo ribadisco ai miei alunni», dice Forgia. IL TEAM. Sono tutti ragazzi giovani i cinque cuochi che formano la squadra veronese, Edoardo Spinelli, Enrico Torneri, Andrea Saccardo, Marco Lucchi, Emanuele Oliveri, insieme agli helper Michele Ceolato e Federico Bertassello. Presentazione e spiegazione del menu, insieme alla giustificazione dei prodotti, spetta a Forgia, presidente dei cuochi di Verona, regista del convivio, escluso dai fornelli. “La prova di Rimini è complicata, i giudici valuteranno sia come ci muoviamo in cucina, sia come presentiamo i loro piatti, gli abbinamenti, la sapidità. Sbagliare qualche piccolo passaggio può costare caro”, dice il capitano Edoardo Spinelli, che ringrazia gli sponsor, i primi a scommettere sui veronesi. A RIMINI. Non per godere del mare d’inverno, ma per tifare al Team Cuochi Verona che è già stato prenotato i pullman dei tifosi che sosteranno il quintetto veronese, per il quale i campionati Nazionali non è il punto di arrivo, ma di passaggio. Forchette e coltelli sono puntati verso il Mondiale in Lussemburgo. •

Anna Perlini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1