CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.01.2018

Ciò che resta di una vita passata al margine

Fiori sul luogo del rogo mortale. La vittima in paese era conosciuta con il soprannome Gary. Raccoglieva elemosine fuori dai negozi, qualche volta era insistente, ma non molesto, per questo molti gli volevano bene.Gli effetti personali di Ahamed Fdil, che qualcuno ha raggruppato da una parte. L’uomo viveva nella Fiat Bravo in cui poi è morto. La vittima aveva 64 anni, era di nazionalità marocchina FOTOSERVIZIO DIENNEL’ingresso a Santa Maria di Zevio. La vittima in passato aveva fatto il saldatore e in patria invece lo sminatore. Da anni non tornava in  Marocco dove era stato sposato tre mesi con una donna che poi aveva lasciato.
Fiori sul luogo del rogo mortale. La vittima in paese era conosciuta con il soprannome Gary. Raccoglieva elemosine fuori dai negozi, qualche volta era insistente, ma non molesto, per questo molti gli volevano bene.Gli effetti personali di Ahamed Fdil, che qualcuno ha raggruppato da una parte. L’uomo viveva nella Fiat Bravo in cui poi è morto. La vittima aveva 64 anni, era di nazionalità marocchina FOTOSERVIZIO DIENNEL’ingresso a Santa Maria di Zevio. La vittima in passato aveva fatto il saldatore e in patria invece lo sminatore. Da anni non tornava in Marocco dove era stato sposato tre mesi con una donna che poi aveva lasciato.

RIMANE qualche fiore ormai appassito. Rimangono le ciabatte usate d’estate e qualche paio di calze. Ecco tutto quello che resta della vita di Gary. E rimane quel corpo carbonizzato che nei prossimi giorni verrà sottoposto ad autopsia, sperando che quell’esame necroscopico riveli le cause della morte dell’uomo che il nipote ha definito un hippy che voleva restare libero, che non amava i legami e le costrizioni, al punto da scegliere di vivere in un’auto anzichè in una casa comoda.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1