CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.04.2017

Campedelli, bordate sui rifiuti
«Avete sprecato 100mila euro»

«In due anni, da quando è stata affidata la gestione della raccolta delle immondizie alla De Vizia transfer e alla Serit srl, il Comune avrebbe potuto far risparmiare alla cittadinanza almeno 100 mila euro. Soldi spesi inutilmente, per manifesta incapacità dell’amministrazione municipale nel controllare le inadempienze parziali, o totali, dei gestori del servizio per i rifiuti urbani». In Consiglio comunale a Zevio (che torna a riunirsi oggi alle 16), Samuele Campedelli ha usato parole forti contro il consigliere delegato all’ambiente, Paolo Lorenzoni, e la maggioranza del sindaco Diego Ruzza, interpellandoli su quanto era previsto nel bando di gara dell’appalto del servizio, assegnato nel 2015, e quanto effettivamente è stato realizzato. Nel mirino del capogruppo del Pdl, «ritardi e mancate attivazioni delle offerte aggiuntive volte a migliorare il servizio, proposte da De Vizia e Serit in sede di gara d'appalto». Ovvero, sempre secondo Campedelli, l’allestimento del centro del riuso rifiuti ancora adoperabili, la raccolta aggiuntiva di plastica e lattine attraverso ecopoint, l’apertura domenicale dell’isola ecologica, il sistema di sorveglianza, la sostituzione delle reti di recinzione dei due ecocentri comunali.

Ed ancora: la rilevazione dei conferimenti nell’isola ecologica con il «promesso» sistema di pesatura portatile, il mancato «avvio della raccolta indumenti usati e il solo parziale inizio della raccolta di giocattoli e dell’olio vegetale usato in cucina». A questo proposito, il consigliere Campedelli ha lamentato la non distribuzione a tutte le utenze dei previsti contenitori. Infine, Campedelli ha chiesto se il Comune ha valutato la possibilità d’avvalersi del servizio d’aggiornamento delle banche dati e del sistema volto a contabilizzare gli svuotamenti dei contenitori per tutto il rifiuto organico. Il capogruppo del Pdl ha quindi tirato dritto, invitato la maggioranza a contabilizzare economicamente materiali risparmiati e mancati, o ritardati, avvii delle offerte aggiuntive a suo tempo messe nero su bianco dalle società, e a chiedere il rimborso delle minori spese sopportate.

Il consigliere Paolo Lorenzoni ha replicato sostenendo che per talune attivazioni il Comune sta predisponendo regolamenti, e che eventuali risparmi di spesa per mancate o ritardate migliorie da parte dei gestori della raccolta, saranno recuperati. Quindi, il delegato si è assunto la responsabilità per non aver puntualmente verificato quanto previsto nel contratto d’appalto del servizio.

La risposta del delegato Lorenzoni non ha comunque convinto il consigliere Campedelli: «Le due società stanno prendendo soldi senza averne titolo. Se Lorenzoni ha la delega in materia, la porti fino in fondo leggendosi il contratto». Il capogruppo del Pdl ha proseguito definendo «vergognose» le condizioni dell’isola ecologica della frazione di Santa Maria di Zevio, quanto a «pulizia e scarsa sicurezza delle scale che consentono agli utenti di scaricare nelle navette». Quindi il consigliere ha invitato la maggioranza a rivalersi del costo sostenuto per recintare l’ecocentro del capoluogo, totalmente ristrutturato da poco: «La nuova recinzione avrebbe dovuto essere pagata dai gestori», ha ssottolineato.

Ha quindi se possibile rincarato la dose, aggiungendo che la maggioranza «si muove solo perché il Pdl tira fuori queste problematiche».P.T.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1