CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.10.2017

Scienza e musica
per ricordare
Giovanna Tosi

La dottoressa Giovanna Tosi con una sua collaboratrice nei laboratori dell’Insubria
La dottoressa Giovanna Tosi con una sua collaboratrice nei laboratori dell’Insubria

Illasi onora una sua concittadina illustre, la dottoressa Giovanna Tosi, purtroppo deceduta prematuramente per un tumore il 20 luglio 2016 (era natia in paese il 12 dicrembre 1963), con un evento scientifico e divulgativo organizzato per oggi al Giardino Musicale Dino Formaggio e promosso dall’associazione Giovanna Tosi per la lotta contro i tumori e dall’amministrazione comunale. Giovanna Tosi era ricercatrice e docente all’Università dell’Insubria (Varese), esempio di dedizione e amore per l’insegnamento e per la ricerca nel campo dell’immunologia e dell’oncologia.

L’Associazione non ha scopi di lucro, persegue esclusivamente finalità scientifico culturali e divulgative nel settore della ricerca di particolare interesse sociale, focalizzando la sua azione sulla promozione e il supporto alla ricerca, sulla formazione e informazione nel campo dell’ immunologia dei tumori e dei tumori indotti da agenti patogeni di natura microbica. In questo ambito, l’associazione si prefigge di promuovere in particolar modo la carriera di giovani ricercatori attraverso l’attribuzione di borse di studio e di finanziamenti per la ricerca. Presieduta da Roberto Accolla, ordinario di patologia generale e immunologia all’ Università dell’ Insubria, l’ associazione è stata fondata dalle sorelle e da un gruppo di amici e colleghi di Giovanna Tosi, tra cui docenti universitari, medici e biologi italiani di fama internazionale. Tosi con il professor Accolla, che l’aveva conosciuta da laureanda a Verona e l’ha voluta con sé come ricercatrice, intuendone le capacità e la propensione per la professione, era stata prima a Verona, poi a Genova al Centro di biotecnologie avanzate e quindi a Varese come ricercatrice e docente del corso di Immunologia, divenendo ben presto forza trainante e propulsiva del laboratorio universitario.

Giovanna Tosi ha arricchito la sua esperienza professionale studiando e lavorando all’estero, al dipartimento di medicina dell’università di San Francisco in California con Matija Peterlin, leader mondiale nel campo dell’immunologia delle malattie da virus. Questa sua esperienza la portò ad approfondire i rapporti tra infezione da virus Hiv e meccanismi cellulari di difesa contro il patogeno causa dell’Aids.

«Giovanna fu la prima a mostrare, in una serie di lavori apparsi tra il 2000 e il 2002, che una proteina virale di Hiv, la Tat, poteva essere inibita nella sua funzione dal regolatore dell’espressione dei geni Hla designato CIIta (Class II TransActivator), aprendo la strada all’identificazione di CIIta come uno dei più importanti fattori di restrizione, cioè proteine cellulari dell’ ospite infettato che combattono la replicazione e la diffusione dei virus, una sorta di immunità intrinseca che costituisce attualmente una delle più importanti aree di ricerca nel campo dell’ immunovirologia», spiega il professor Accolla.

Quando già le forze le stavano venendo meno a causa della malattia, Giovanna Tosi faceva una delle sue osservazioni più importanti, dimostrando come CIIta non solo inibisce la replicazione del virus Htlv-1, responsabile di una incurabile leucemia dell’adulto, ma anche blocca una via metabolica innescata dal virus e considerata responsabile della trasformazione maligna delle cellule infettate, aprendo così la strada verso nuove strategie di lotta contro i tumori causati da virus.

L’Associazione che è stata creata a suo nome persegue gli ideali tracciati da Giovanna Tosi, cercando di supportare giovani studenti e ricercatori che con determinazione vogliano abbracciare gli studi sui patogeni come causa dei tumori e sui nuovi approcci immunologici per sconfiggere il cancro.

L’incontro di Illasi si propone di far conoscere le finalità e le iniziative dell’associazione e le prospettive nel campo della lotta ai tumori.

Vittorio Zambaldo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1