CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.12.2017

La culla sul Corno

Giancarla Gallo È ritornata anche quest’anno sul Corno d’Aquilio, all’estremo della Lessinia occidentale, l’esposizione temporanea della raffigurazione della Natività e di alcuni personaggi del presepe: resterà lassù fino al 31 gennaio. Si tratta di un progetto ideato dall’artigiano Luca Biasi, in collaborazione con altri artigiani locali e con i ragazzi delle scuole medie di Sant’Anna d’Alfaedo. La mostra temporanea era stata realizzata per la prima volta lo scorso anno, intagliando le sagome dei personaggi su materiali resistenti alle intemperie come il ferro o la pietra, ed è stata poi in parte dipinta dai ragazzi della scuola media di Sant’ Anna d’Alfaedo. Per questa seconda edizione, oltre alla bellissima natività che svetta in fianco alla croce del Corno d’Aquilio, sono stati creati e aggiunti lungo il percorso nuovi personaggi. «Dobbiamo ringraziare Luca Biasi e i suoi collaboratori per la sua bellissima idea e per la loro forza di volontà nel portare a spalle, fino alla vetta, tutto il materiale per il posizionamento delle varie raffigurazioni», dice il sindaco di Sant’Anna d'Alfaedo, Raffaello Campostrini. «Il luogo non è accessibile a mezzi e tutto deve essere portato a mano. Crediamo che anche questo sia un modo diverso, ma non meno profondo, per offrire uno stimolo di riflessione sul Natale, immersi nei fantastici paesaggi e scorci che anche in questi giorni d’inverno la Lessinia sta offrendo, grazie alla limpidezza delle giornate. Dalla cima del Corno d’Aquilio si rimane per ore incantati a contemplare le bellezze della natura che vanno dalla Lessinia al Baldo, dalla Valdadige al lago di Garda, dalla laguna di Venezia agli Appennini». «Lungo il percorso abbiamo posizionato sei personaggi, che rappresentano pastori», racconta Biasi. «Tutto è realizzato in ferro, solo una figura è in pietra. Abbiamo realizzato le statue in laboratorio, poi trasportate per un tratto con la jeep e poi con un gruppo di amici a spalle. Oltre a me hanno realizzato Samuele Tommasi, dell'amministrazione comunale, e il fabbro Ermanno Perantoni. Per il futuro abbiamo intenzione di ampliare il presepe aggiungendo altri personaggi anche in altri materiali, per gli amanti della montagna: questo è un percorso facile, adatto anche ai bambini». Per questo l'assessore al turismo Samuele Tommasi, che è anche uno degli autori, in collaborazione con la Pro loco e il Comitato Fosseland hanno organizzato per il mattino di Santo Stefano un’uscita aperta a tutti gli appassionati di escursioni in montagna per ripercorrere insieme agli autori delle opere realizzate tutto il sentiero dell’Aliana, che conduce alla cima del Corno e vivere insieme un momento di riflessione e comunità. L’appuntamento per la partenza è per le 9.30 ai parcheggi in località Tommasi e il rientro è previsto per le 13 con un semplice momento conviviale al vicino agriturismo Le Coste. Per informazioni: Samuele Tommasi 340.5003699. •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1