CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.01.2018

L’associazione Città del Vino accoglie Rivoli Veronese

Il raduno del coordinamento regionale Città del Vino, al centro il sindaco di Illasi Paolo Tertulli che ha ospitato l’incontro FOTO AMATO
Il raduno del coordinamento regionale Città del Vino, al centro il sindaco di Illasi Paolo Tertulli che ha ospitato l’incontro FOTO AMATO

Si amplia la partecipazione dei Comuni veronesi all’associazione nazionale Città del Vino che ha accolto la candidatura associativa di Rivoli Veronese, tredicesimo Comune veronese a entrare e nell’ ultima riunione di ieri del coordinamento regionale a Illasi è intervenuto anche il sindaco Armando Luchesa, rendendo di fatto operativo il collegamento territoriale fra i vini del lago e quelli della Val d’Adige veronese e trentina. L’incontro, presieduto dal coordinatore regionale Benedetto De Pizzol, rappresentante d’area per Conegliano - Valdobbiadene e dalla vice Lisa Loreggian per l’area Colli Euganei, è stato ospitato in sala consiliare, su invito del sindaco Paolo Tertulli, presente per Illasi anche il consigliere con delega all’agricoltura Cesarino Venturini e per la valle e la zona Soave il rappresentante di area Giovanni Verzini, consigliere a Colognola ai Colli. I temi affrontati hanno riguardato il concorso enologico internazionale «La selezione del sindaco 2018» e la partecipazione al primo simposio internazionale sul turismo enogastronomico tra Italia e Russia che si svolgerà l’1 e 2 marzo a Bardolino, con seminari, tavole rotonde, presentazioni e degustazioni. Erano presenti anche Aristide Avanzini per la zona Garda; Pio Bonato associazione Cantine senza barriere; Silvana Boer area Piave; Francesca Poncato per l’area Breganze; Stefano Crosariol per Lison-Pramaggiore; Mario Simone Lonardi per la Valpolicella ed Elvio Forato per Asolo - Montebelluna. «Sono riunioni che facciamo periodicamente per fare il punto sulle iniziative che conduciamo», ha spiegato De Pizzol, «in particolare l’appuntamento importante La selezione del sindaco, che quest’anno si svolgerà a Canelli (Asti) e valorizza non solo le aziende che partecipano ma anche i territori: è infatti l’unico concorso che preveda la partecipazione congiunta dell’azienda produttrice e del Comune dove crescono i vigneti: il sindaco si unisce ai viticoltori per significare che la cultura del vino è parte integrante di quell’economia rurale che nelle nostre regioni ha radici antiche». «È un incontro importante per il territorio e il nostro paese. Saluto i coordinatori d’area», ha aggiunto il sindaco Paolo Tertulli, «e mi fa piacere segnalare che celebreremo i 50 anni dell’allargamento della denominazione Valpolicella Doc. Sarà un evento che prepareremo con i nostri operatori e ci coordineremo poi con l’associazione Città del vino». Giovanni Verzini ha ricordato le finalità dell’ associazione per aziende e i Comuni: «Siamo più di 500 Comuni associati a livello nazionale e offriamo competenze e consulenze: l’obiettivo è di coadiuvare i Comuni a sviluppare intorno al vino quelle attività e quei progetti che permettono una miglior qualità della vita e più opportunità di lavoro». La vicecoordinatrice Loreggian ha ricordato la data di nascita: 1987, dopo lo scandalo del metanolo e del grande freddo e gli sforzi fatti per un’operazione di carattere culturale che in trent’anni ha dimostrato tutto il suo valore. • V.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1