CHIUDI
CHIUDI

30.04.2017

Una vita in ospedale
A 10 anni Davide
la narra in un libro

Il libro di Davide
Il libro di Davide

Ha solo 10 anni, Davide Stanghellini di Vestenanova, ma ha scritto un libriccino su come ha vissuto la sua malattia - curata a Padova, nel reparto di Chirurgia pediatrica universitaria dell’ospedale - l’atresia esofagea, malformazione del condotto che collega bocca a stomaco e che permette il passaggio del cibo. Si intitola, appunto, «La storia di Davide», il suo scritto, ed è frutto della vicinanza che le hanno garantito, oltre a mamma e papà, i volontari dell’associazione «Puzzle» che operano nell’ospedale patavino.

«Io sono un bambino fortunato», scrive il piccolo Davide alla prima pagina, e questo dà l’idea della carica di energia e di affetto che riceve da chi lo circonda, compresi i suoi due «fratelloni», come li chiama lui. Non solo. Dopo tante tribolazioni, il bambino ha trovato a Padova i suoi «angeli» che lo aiutano in un percorso difficile. Per lui, l’alimentazione e la crescita sono state, fin dalla nascita, drammi quotidiani, sempre superati grazie ai progressi che la chirurgia pediatrica sta facendo in questi anni, alla tenerezza di cui è stato oggetto e alla forza di volontà che gli è stata infusa. In famiglia hanno perso il conto degli interventi chirurgici sin qui affrontati da Davide e lo scorso ottobre il suo esofago è stato affidato alle abili mani del professor Gamba, specializzato nel trattamento delle malformazioni chirurgiche gravi dei bambini. Davide definisce il chirurgo «bravo, simpatico e aiuta molti bambini a stare bene!». A Davide è stato vicino anche l’educatore Fabio, capace di dare un importante sostegno psicologico ai bimbi quando in ospedale sono presi da emozioni come paura, angoscia, rabbia, dolore, che potrebbero costituire un fattore di rischio per il loro equilibrio psichico.

Mariella Gugole
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1