CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.08.2018

«Notte rossa» a passeggio nella storia per l’Avis

«La Notte rossa» promuove la donazione di sangue, il vino del paese a più alta densità viticola d’Italia e, quest’anno, svela anche i segreti del colle di Sant’Antonio, delle rovine dell’antico castello, a cui Monteforte d’Alpone deve il proprio nome, e della chiesetta patronale di Sant’Antonio: tutto in una notte, quella di sabato. Sesta edizione della camminata notturna promossa dall’Avis, sabato, con l’obiettivo di sottolineare, anche con una passeggiata e le sue tre soste con ristoro e degustazioni, l’importanza della donazione di sangue. Per partecipare, ci si deve iscrivere entro venerdì al 346.6937260 o al 338.4274 687. La quota (2 euro) comprende un calice per le degustazioni e il tascapane per appenderlo al collo. Questa sesta edizione della «Notte rossa», che rimanda al colore del cielo al tramonto e alla donazione di sangue, porta con sé un nuovo percorso di 8,5 chilometri che consentirà di conoscere il sito più antico del paese, cioè proprio il colle da cui originò il borgo montefortiano. La difficoltà è medio-bassa e con tutta calma si impiegano al massimo due ore. Alle degustazioni provvederanno le cantine Gini, Cantina di Monteforte, Nardello, Canoso e Fornaro che metteranno a disposizione i propri vini. Il ritrovo è alle 19 nel parcheggio di piazza Salvo d’Acquisto, partenza alle 19.30 e rientro per le 23 alla baita alpina (parco comunale). •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1