CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.02.2018

Monteforte invasa
dalle maschere
La sfilata è by night

Diciotto tra gruppi e grandi carri, migliaia di maschere, qualche polemica e lo spavento per un carnevalante scivolato lungo l'argine dell'Alpone e finito in ospedale: va in archivio così la 31ª sfilata notturna che ha accompagnato l'avvio del 69° Carnevalon de l'Alpon a Monteforte d'Alpone.

 

Ieri sera il paese è stato letteralmente invaso dalla festa del carnevale che ha messo in luce abilità, fantasia e maestria dei mastri carrai della tradizione montefortiana ma anche il talento di molti gruppi ospiti. Luci, colori, musica, quintali di coriandoli hanno confermato la spettacolarità della sfilata sotto le stelle che è stata seguita e partecipata da migliaia di maschere.

 

Padrona del Carnevalon, come è da sempre a Monteforte, è stata la gente che tradizionalmente occupa le strade facendosi da parte solo al passaggio dei carri: che sono, però, giganteschi e che non sempre riescono ad effettuare le manovre agevolmente e in tutta sicurezza. A proposito di sicurezza, il presidente della Pro loco Lorenzo Manfro ha espresso la propria soddisfazione per l'edizione 2018 che la macchina organizzativa ha gestito con alcuni aggiustamenti proprio legati alla sicurezza.

 

Tornando all'invasione da parte delle maschere, se per molti si tratta di colore per altri è qualcosa che sacrifica lo spettacolo delle coreografie, come ha lamentato anche il gruppo in arrivo da Palù, ma tant'è. Non sono mancati, come accade in frangenti simili, gli eccessi legati all'alcol gestiti dai volontari del soccorso della Croce rossa italiana e pure il fortunoso recupero di un giovane del luogo che, percorrendo a piedi l'argine in destra Alpone, è scivolato ruzzolando lungo gli argini del torrente.

 

Se n'è accorta una persona che passava di lì e che ha dato l'allarme: dopo l'intervento dei volontari Cri, assieme alla Polizia locale e ai carabinieri, il giovane, cautelativamente, è stato trasportato al pronto soccorso dell'ospedale “Fracastoro” di San Bonifacio.

P.D.C.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1