CHIUDI
CHIUDI

20.01.2019

Lo slancio dei bambini alla corsa, spettacolo

L’entusiasmo dei bambini alla Monterfortiana: hanno partecipato alla «Marcia per il sorriso dei piccoli»
L’entusiasmo dei bambini alla Monterfortiana: hanno partecipato alla «Marcia per il sorriso dei piccoli»

«Me-ren-da! Me-ren-da! Meren-da!»: se ieri, all’arrivo della 24ª «Marcia per il sorriso dei piccoli» era questo il coro intonato da un gruppetto di bimbi della scuola elementare di Monteforte, oggi si dovrà sillabare «Ri-sto-ro! Ri-sto-ro!». Al Trofeo Sant’Antonio Abate-Falconeri, del resto, dopo 44 edizioni la parola d’ordine è sempre quella del cibo e delle piccole «isole del gusto» che inframezzano i tre percorsi non competitivi di una marcia che la passata edizione è stata scelta da ben 19 mila podisti. Il resto lo fa il paesaggio nel quale oggi si riversano anche gli agonisti delle competitive, approntate dal Gruppo sportivo dilettantistico Valdalpone-De Megni, cioè l’Ecomaratona-Clivus, l’Ecorun-Collis e la Maratonina-Falconeri. Com’è tradizione, ieri c’è stata una doppia inaugurazione: al mattino è partita la non competitiva per i ragazzi e quand’era già buio sono arrivati i tedofori delle staffette ed è stato acceso il tripode. Di buon mattino, circa duemila tra bambini della scuola primaria e ragazzi della secondaria di primo grado, si sono ritrovati per correre la loro «Marcia per il sorriso dei bimbi». Accolti dalla mascotte Graspin, i partecipanti si sono lanciati lungo i 5 chilometri non competitivi, voluti per sostenere l’impegno dei missionari Camilliani nel mondo: Sukhpreet Singh e Navjot Singh, che studiano entrambi alla scuola media «Marcazzan» di San Giovanni Ilarione e che giocano tutti e due a calcio, hanno tagliato il traguardo di corsa, insieme, poco meno di venti minuti dopo essere partiti. Il grosso del gruppo, però, è arrivato piuttosto compatto, passeggiando, come vuole la formula di questa manifestazione. Poi, la super merenda al grandissimo ristoro nel quale i volontari del Gsd Valdalpone-De Megni hanno rinfrancato i piccoli podisti con pandoro, panettone, pane e marmellata, cioccolata calda e the caldo. Altro momento importante per i piccoli è stata l’estrazione a sorte di tre premi: le due biciclette in palio sono toccate ad un bimbo delle elementari di Monteforte e ad una ragazzina delle medie di Illasi mentre il buono pizza l’ha vinto una studentessa delle medie del paese. Premi sono stati assegnati anche ai dirigenti scolastici delle 18 scuole partecipanti: c’erano le scuole della Val d’Alpone ma anche quelle dell’Istituto comprensivo di Selva di Progno-Badia Calavena-Tregnago ed i ragazzi delle scuole di Lavagno, Illasi, Colognola ai Colli, Caldiero, Belfiore, Soave, Bonavicina e San Pietro di Morubio. A guidare la classifica è l’istituto comprensivo del paese (con 311 ragazzi delle medie, 254 delle elementari «Anzolin» e 270 della scuola «Coltro»), ma San Giovanni Ilarione, con 150 ragazzi delle medie si è difesa bene. Da inchino i 131 ragazzi della scuola media di Cerea che per correre a Monteforte si son sciroppati 40+40 chilometri in pullman. •

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1