CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.11.2017

Impianti sportivi
Bando di gestione
con conti in sospeso

Campo da calcio a Monteforte
Campo da calcio a Monteforte

Gestione degli impianti sportivi, c’è il bando: scadranno il 29 novembre i termini per formalizzare al Comune di Monteforte la manifestazione di interesse per la gestione dei campi da calcio «Mazzola», «Meroni», «Consolini», dei due campi polifunzionali e del Palazzetto dello sport. Il ritardo con cui il bando è stato pubblicato (la gestione precedente, per quanto riguarda i campi, si era chiusa il 31 luglio, mentre per quanto riguarda il Palazzetto scadrà il 30 novembre), si spiega con la necessità di indirlo attraverso la centrale unica di committenza che in questo caso è il Consorzio «Le Valli». Lo avevano spiegato, nell’ultimo Consiglio comunale, l’assessore allo Sport Moreno Floriani e il sindaco Gabriele Marini, mettendo in fila i tanti passaggi burocratici (e il tempo necessario a redigere la nuova convenzione) ma anche spiegando che «se per chi si aggiudicherà la gestione, tutto partirà da zero e senza alcuna problematica, sullo sfondo restano invece questioni critiche che dovranno essere definite ed altre che esploderanno nei prossimi mesi». Marini fa riferimento è all’annosa controversia che oppone i gestori precedenti tanto degli impianti del capoluogo che del Palazzetto delle frazioni relativamente agli interventi di manutenzione effettuati sugli impianti, ma anche alle spese reali delle utenze. A parte tutto il pregresso, chi subentrerà sarà chiamato ad occuparsi della gestione degli impianti per un corrispettivo massimo annuo di 28 mila euro, per tre anni, con utenze a carico del Comune.

Se con il bando, come ha spiegato Marini, «a chi subentra non compete il pregresso», per i consiglieri di minoranza la contestazione è sulle spese sino ad ora sostenute per la gestione temporanea degli impianti. Scaduta a luglio la convenzione con l’Hellas Monteforte, la gestione è stata affidata per tre mesi alla «Csm 94» e, stanti le lungaggini legate alla formalizzazione del bando, è stata disposta anche la proroga di ulteriori 30 giorni: il problema, secondo i consiglieri Federico Costantini ed Andrea Ciresola, sarebbe di carattere economico perché per tre mesi la spesa è stata di circa 9.000 euro a fronte della vecchia convenzione che per 12 mesi di gestione prevedeva una spesa di 12-15 mila euro e dunque non ci sarebbe alcuna proporzionalità. Tanto il primo cittadino quanto il segretario hanno però spiegato che, in sostanza, l’aumento notevole del costo è stato il prezzo che il Comune si è trovato costretto a pagare sia in relazione ai costi reali (palesemente lontani da datati calcoli rivelatisi inattendibili) che il prezzo per «costruire l’armonia per chi subentra».

Di spese sostenute e non compensate alle società, nello specifico l’Hellas Monteforte per il capoluogo ed il Real Bc volley per il palazzetto delle frazioni, si tornerà a parlare in altra sede: resta l’interrogativo legato alla natura della controversia che oppone le società al Comune, situazione che di fatto le escluderebbe, per legge, dalla corsa alla gestione degli impianti.

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1