CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.01.2018

Fusione a due, la parola ai cittadini

Il referendum riguarda i cittadini di San Giovanni Ilarione e Roncà
Il referendum riguarda i cittadini di San Giovanni Ilarione e Roncà

Fusione tra Roncà e San Giovanni Ilarione: oggi dalle 7 alle 23 nei due paesi sono chiamati alle urne 7.323 elettori per esprimere favore o contrarietà alla nascita, mediante fusione delle due municipalità, del nuovo Comune Valdalpone. IL QUESITO che gli elettori troveranno nella scheda è: «È lei favorevole al Progetto di legge n.210 relativo alla istituzione del nuovo Comune denominato Valdalpone mediante fusione dei Comuni di Roncà e San Giovanni Ilarione della provincia di Verona?». Il referendum è consultivo e non prevede il raggiungimento di alcun quorum: questo significa che il risultato viene considerato valido a prescindere dal numero di elettori che parteciperanno alla consultazione esprimendo il proprio voto. A San Giovanni Ilarione i 4.197 elettori ilarionesi (2.154 uomini, 2.043 donne) faranno riferimento a 5 sezioni di voto; a Roncà i 3.126 aventi diritto (1.570 uomini e 1.556 donne) voteranno in 3 sezioni. Tutti gli elettori sono invitati a verificare il possesso della tessera elettorale e la disponibilità di spazi liberi sulla stessa: in caso di smarrimento o di necessità di duplicato (per esaurimento degli spazi riservati al timbro da parte degli scrutatori) è possibile rivolgersi al proprio Comune sino a tarda sera. I seggi chiuderanno alle 23 e subito dopo inizierà lo spoglio delle schede. La valutazione dell’esito del voto, che potrebbe essere discordante tra i due Comuni, spetta al Consiglio regionale, che lo prenderà in esame nel suo complesso. NEL CASO PREVALGA il sì decadranno le due amministrazioni in carica e la gestione delle due municipalità sarà affidata, fino all’elezione del Consiglio comunale del Comune fuso, a un commissario straordinario coadiuvato dai due sindaci decaduti. Il Consiglio regionale, preso atto dell’esito del voto, promulgherà la legge regionale di istituzione del nuovo Comune entro il 24 febbraio. Nel caso prevalga il no resta tutto com’è. • P.D.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1