CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.01.2018

Contrordine: si fa il parcheggio di Costalunga

Dietrofront sul parcheggio di Costalunga: l’opera attesa da anni in via Molinetto si farà e con ogni probabilità sarà pronta per la fine di questo nuovo anno. L’impegno in Consiglio comunale se l’è preso il sindaco Gabriele Marini sollecitato dall’ex vice sindaco Roberto Costa, oggi consigliere di minoranza. Costa aveva messo in pista l’opera con la precedente amministrazione, prima ha fatto presente a Marini che l’aggiudicazione era stata fatta nel 2014, e poi ha chiesto che lo stesso riferisse a riguardo in Consiglio. E così è emerso che, fermo restando l’inadeguatezza del materiale, per quell’intervento era stata esperita una gara dalla quale era uscito un vincitore a cui, però, l’appalto non fu mai assegnato. Marini ha spiegato di non essere stato messo a conoscenza della gara e si è anche chiesto perché chi aveva vinto la gara non si fosse più fatto vivo. Ora l’opera sarà ripresa, sarà disposto uno studio di fattibilità sui materiali che sarà sottoposto al vaglio di ufficio tecnico e Soprintendenza e con i via libera si procederà. Questo l’impegno che si assunto Marini, specificando che se fosse stato a conoscenza dell’iter avanzato del progetto non lo avrebbe accantonato ma si sarebbe attivato per realizzarlo. Ai lavori di sistemazione di piazza dei Martiri non finiranno dunque tutti i 92 mila euro previsti, ma ciò che rimarrà dopo i lavori orientativamente quantificati in circa 60 mila euro. Il parcheggio non sarà l’unica opera del 2018 per Costalunga e per il complesso delle ex scuole elementari: se il parcheggio che dovrà essere realizzato riconverte il cortile della scuola, lo stabile sarà interessato dai lavori che permetteranno di realizzare qui l’archivio del Comune. Il piano triennale delle opere pubbliche prevede infatti una spesa di 150 mila euro per la realizzazione dell’archivio, «obbligo di legge già da un decennio», ha spiegato il sindaco Marini. Teresa Ros (Monteforte si può fare) ha chiesto lumi sull’intervento, cioè se presupponga o meno sull’edificio e Mariniha rimandato i dettagli ad un prossimo studio di fattibilità. Andrea Ciresola (Monteforte bene comune) ha ricordato infine come in passato gli fosse capitato di verificare personamente l’abbandono di molti tra documenti e scartoffie al secondo piano dell’edificio delle ex scuole oggi sedi di alcune associazioni. • P.D.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1