CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.03.2018

Ciak, si gira: i ragazzi del Ceod protagonisti con gli studenti

A Montecchia due mondi si incontrano al momento del ciak: le classi dell'istituto comprensivo di Montecchia e Roncà saranno infatti co-protagoniste del prossimo cortometraggio girato dagli utenti del Centro occupazionale diurno della Cooperativa sociale Cpl-Servizi onlus. Prima del 12 marzo, giornata di riprese alla III A a Montecchia, era indispensabile che queste due comunità, cioè quella scolastica e quella della Cpl, si incontrassero. La riunione è durata un paio d'ore e ha coinvolto al Centro convegni poco meno di 400 studenti dell'istituto comprensivo e una decina di ragazzi del Ceod. A far da tramite il prof-regista Salvatore Aiello che negli anni ha guidato decine di classi nella realizzazione di ben 25 cortometraggi e che ha avviato il terzo anno di attività anche con la cooperativa sociale. Obiettivo dell'incontro: «aprire nuovi orizzonti», come ha voluto sottolineare il dirigente della scuola Ugo Carnevali, parlando di una «occasione importante per riflettere sull'integrazione». Lo strumento sono stati I colori dell'amicizia e Rintocchi d'amicizia, i due corti girati i ragazzi del Ceod, proposti agli studenti, le ultime classi della primaria di Montecchia e Roncà e le scuole medie di ambo i plessi al gran completo. Ora, dietro l'angolo, c'è qualcosa di molto concreto e cioè il terzo film «made in Cpl», che probabilmente si intitolerà Lezioni d'amicizia e completerà la trilogia. «Si riderà molto», ha detto Aiello riassumendo i suoi tre anni di esperienza in Cpl, «un'avventura bellissima e arricchente». Al suo fianco Luisa Gromeneda, l'insegnante che da due anni ha permesso al laboratorio di cinema di approdare anche alla scuola media di Roncà. «La nostra cooperativa è un po' come la scuola, il Ceod è un po' come la classe e gli operatori al Ceod equivalgono ai docenti in classe», ha detto Ornella Lonardi, che guida la Cpl Servizi onlus. «Ciò che proponiamo loro è finalizzato a farle star bene». Non passerà molto tempo prima che gli studenti ricambino la visita di Francesca, Francesco, Giorgio, Daniele, Cristiano, Roberto, Simone e Loris (gli utenti del Ceod) alla Cpl . Dalla platea degli studenti, che hanno accolto gli ospiti con coloratissimi cartelloni lasciati poi in dono, le domande non sono mancate, soprattutto quelle legate all'idea di esportare in un Ceod l’esperienza del cinema a scuola. «È stata una sfida e Aiello ha semplicemente risposto con un “sì, si può fare“ pieno di entusiasmo”, ha risposto Sabrina Indizio, operatrice della Cpl. Poi il prof-regista ha raccontato il lavoro in presa diretta, la scrittura del film affidata agli utenti, la scelta di seguire le loro idee modellando passo passo il canovaccio minimo del film. Difficoltà? «Ce ne sono state, ma i ragazzi le hanno superate tutte», ha detto Flavia Fadini, l'altra operatrice del Ceod. Ognuno ha trovato un ruolo nei diversi film, partendo sempre dalle proprie passioni: e così si continua a fare tutti i giovedì quando in Cpl l'attività inizia con un ciak. •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1