CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.11.2017

Biblioteca, Marini punta
al trasloco entro fine anno

Biblioteca, il sindaco sogna un trasloco entro la fine dell’anno.

La tempistica l’ha indicata Gabriele Marini affrontando il nodo della biblioteca civica di Monteforte, che attualmente si trova chiusa e in attesa di essere trasferita in un locale in affitto. Ne ha parlato durante l’ultima seduta di Consiglio comunale.

Due le proposte che sono arrivate all’amministrazione comunale e che una apposita commissione, della quale avevano chiesto di far parte anche gli studenti che avevano dato vita all’autogestione per l’attività dell’aula di studio, è in procinto di valutare. Sulla richiesta dei ragazzi, però, il sindaco Marini ha spiegato le ragioni del su no in questo modo: «Perché la richiesta e l’antefatto sanno di politica».

Il riferimento è alla manifestazione, avvenuta sui gradini della chiesa parrocchiale, con cui gli studenti hanno lamentato mancate riposte e impegni non rispettati da parte del Comune: «Il parroco, incontrando l’assessore alla Cultura, ha fatto presente di non essere stato correttamente informato relativamente la manifestazione. È stato strumentalizzato», ha detto Marini.

Quanto alla faccenda dell’ autogestione: «Spiace», ha sottolineato il primo cittadino, «perché un’esperienza simile non era mai stata fatta e c’è tutto l’orientamento a portarla avanti. Vedremo, con la nuova sede, se sarà possibile proseguire: lo spazio per lo studio ci sarà sempre ma non so se l’autogestione, con la nuova gestione affidata alla cooperativa Charta, sarà ancora possibile». Sul punto è intervenuto, dai banchi della minoranza, Andrea Ciresola: ha preso le distanze dalla lettura in chiave politica della manifestazione degli studenti e ha difeso la loro richiesta di essere presenti in commissione: «Era un modo per poter incidere su questa scelta. La volontà di proseguire da parte dell’amministrazione è stata fino ad ora solo a parole, non per nulla i ragazzi chiedevano da mesi un atto formale che li legittimasse a portare avanti un servizio in un edificio pubblico».

Per Marini, però, la «facilitazione» è stata voluta proprio «per dimostrare che c’erano le migliori intenzioni. In realtà gli studenti, con un modo di operare incomprensibile, hanno chiuso autonomamente l’esperienza e lo hanno fatto con una modalità che sa di strumentalizzazione politica».

«E poi», ha concluso il primo cittadino rispondendo a un intervento del consigliere Roberto Costa che faceva presente come la gradinata della chiesa fosse stata il ripiego all’impossibilità di utilizzare la piazza, «è stata derisa la buona fede del parroco».

La biblioteca, va ricordato, è chiusa dalla fine di settembre a causa di un guasto al sistema di riscaldamento e di altri problemi che, per essere risolti, presupporrebbero la messa in preventivo di interventi importanti dal punto di vista economico.

L’amministrazione comunale, essendo orientata ad una ristrutturazione complessiva del Palazzo vescovile (edificio all’interno del quale è ospitata la biblioteca) non avendo oggi le risorse necessarie, ha optato per una locazione fino al 30 novembre 2023 e proprio a questo scopo ha emesso il bando, che ha raccolto appunto due proposte.

Paola Dalli Cani
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1