CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.12.2017

Trivellin e i giovani soavesi ricordano Danton e Perse o

Doppio appuntamento quest'anno, a 73 anni dalla fucilazione da parte delle brigate nere fasciste dei due giovani partigiani soavesi Ardineo Ceoloni, detto «Danton», e Matteo Benetton, nome di battaglia «Perseo». La sezione soavese dell'Associazione nazionale partigiani d'Italia dedicherà loro un primo momento giovedì, alle 10,30, al palazzetto dello sport di via San Matteo. Interverranno circa 250 alunni delle classi terze della scuola media Benedetto Dal Bene e gli studenti delle prime due classi dell'Istituto per i servizi alberghieri Angelo Berti. L’incontro è aperto a tutti. Ennio Trivellin racconterà agli studenti la sua odissea di prigioniero e deportato in campo di concentramento, raccontato nel volume Come passeri sperduti. Un sedicenne al lager, scritto dalla giornalista de L’Arena Paola Dalli Cani. Il volume riporta la militanza di Trivellin nel 1944 nella Brigata partigiana Montanari, la cattura da parte dei nazisti e la deportazione a Mauthausen e Gusen. Il presidente dell'Anpi di Soave, Augusto Suppi, ricorderà ai giovani che Soave pagò un tributo pesante nell'ultima guerra mondiale, con 68 caduti: 22 appartenenti alla Resistenza e 46 soldati morti al fronte o in campo di prigionia. Venerdì, invece, nel giorno della fucilazione dei due giovani partigiani, si svolgerà la cerimonia ufficiale in ricordo del sacrificio di Ceoloni e Benetton e degli altri 20 militanti soavesi nelle fila della Resistenza. Alle 8,45, ritrovo al monumento nazionale per i caduti di tutte le Patrie nella Campagna di Russia, o di Nikolajewka, al Parco del Donatore. Da qui alle 9 partirà il corteo che farà sosta per deporre dei fiori al Monumento ai Caduti nell'Isola della Memoria e davanti alle lapidi che ricordano le vittime trucidate nel borgo murato, fino a raggiungere per le 9,30 la chiesa parrocchiale di San Lorenzo, dove si assisterà alla messa in suffragio di tutti i 68 caduti soavesi nell'ultima guerra. Alle 10,30, nella sala Giuseppe Garribba del Palazzo di Giusitizia, si svolgerà la commemorazione ufficiale alla presenza del sindaco di Soave, Gaetano Tebaldi, che porterà il proprio saluto ai convenuti, così come farà il presidente provinciale dell'Anpi, Tiziano Gazzi. Anche qui è atteso per un intervento Trivellin, che è anche presidente provinciale dell'Associazione nazionale ex deportati. • Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1