CHIUDI
CHIUDI

17.01.2019

Tre giorni di golosità coi rufioi di Costeggiola

Il gruppo Amici di Costeggiola ha organizzato la 105esima edizione dell'antica sagra di Sant'Antonio Abate, meglio conosciuta come sagra dei rufioi di Costeggiola, che terrà banco in paese per tre giorni, da domani a domenica 20 gennaio. Dallo scorso 9 gennaio, una trentina di volontari si è riunita ogni sera per preparare circa 30mila rufioi, i dolcetti tipici che vengono confezionati e venduti a Costeggiola solo in occasione della festa patronale. Il «Rufiolo de Costiola» è riconosciuto dal 2004 con un apposito decreto legge, (il numero 144), «prodotto agroalimentare tradizionale». Si diffuse nella zona a partire da fine Ottocento, quando era usato come cappelletto da brodo. Successivamente prese la connotazione di un dolce, sempre a forma di cappelletto, con all'interno un ripieno di pinoli, mandorle, cedrini, amaretti e rhum. Dopo la seconda guerra mondiale, nella frazione divisa tra Cazzano e Soave, iniziò la tradizione di organizzare la sagra in onore del patrono, Sant'Antonio Abate, titolare della chiesa parrocchiale e protettore degli animali. Così alla sagra venne accostato il dolce tipico. La manifestazione, patrocinata dai Comuni di Soave e Cazzano, dalla Pro loco di Soave e dall'associazione Strada del vino Soave, aprirà i battenti domani, alle 19.30, con una serata speciale chiamata «Aspettando il weekend»: saranno in funzione chioschi per cenare mentre in piazza sarà allestito il punto vendita dei rufioi. Sabato 19, alle 16, sul sagrato della chiesa, verranno portati, secondo tradizione, animali domestici e da affezione che riceveranno la benedizione, per intercessione del patrono degli animali, Sant'Antonio Abate appunto. Alle 19, riaprirà la cucina e, alle 21, musica commerciale, dance e reggaeton, passata dal dj Conix, dal duo Caste e mister Boci: allieterà la serata il barman Vitto. Domenica 20 gennaio, alle 11, in chiesa, verrà celebrata la messa solenne in onore del patrono. A mezzogiorno ritornerà in funzione lo stand per il pranzo comunitario. Alle 14, si costituirà la giuria che assegnerà i premi ai migliori Rufioi casalinghi. Terminato l'assaggio da parte dei giudici, la cerimonia proseguirà alle 16.20 nel salone parrocchiale. Dalle 14 saranno presenti anche le bancarelle con artigianato locale e, alle 14.30, si potrà assistere alla gara tra squadre campanarie, che si trasformerà in un grande concerto di bronzi. Nel salone parrocchiale, animazione per grandi e piccoli con Radio Criceto: sarà allestita anche la pesca di beneficenza. Alle 17, nel salone, si potrà assistere al concerto del Corpo bandistico Monsignor Lodovico Aldrighetti di Soave. Alle 17.30, in piazza Salvo d'Acquisto verrà poi servito l'aperitivo musicale, mentre alle 19 riaprirà il chiosco per la cena finale. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1