CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.05.2018

Sociale, didattica e bio nel progetto del Touring

La trattoria a Fittà con don Paolo Pasetto e Simonetta Guadin
La trattoria a Fittà con don Paolo Pasetto e Simonetta Guadin

Il Comune di Soave è stato individuato dal Touring club italiano come uno dei protagonisti del progetto di promozione, rivolto ai piccoli Comuni che viene realizzato dal collettivo fotografico Cesura, in collaborazione con Touring Club Italiano, dal titolo «Le terre della resilienza: l’Italia di ieri, l’Italia di domani». Il collettivo Cesura, gruppo indipendente di fotografi uniti dalla voglia di creare progetti di foto-giornalismo e ricerca sul campo, è oggi una delle realtà italiane nel panorama della fotografia nazionale ed internazionale. Il progetto «Le terre della resilienza» intende conoscere l’identità italiana attraverso la documentazione di luoghi che siano esempi di resistenza e rinascita. Si tratta di aree in cui l’impegno nel preservare l’ambiente e la tutela del patrimonio artistico-culturale, hanno permesso alle peculiarità territoriali di divenire elemento di forza e riconoscibilità. Il Comune bandiera arancione di Soave rientra pienamente, secondo il Tci, in questa categoria. Il centro dell’est veronese è stato interessato da un alluvione che ha segnato effettivamente una rinascita per la comunità soavese che dopo quella durissima esperienza ha compiuto uno sforzo immane, non solo per ricreare l’ ambiente di prima degli allagamenti; oggi è riuscita a diventare un centro ben più importante come attrazione turistica, rispetto a prima della tracimazione del Tramigna. Il materiale raccolto dal collettivo Cesura sarà esposto in una mostra che verrà allestita il prossimo settembre nell’hinterland milanese e verrà diffuso attraverso media a livello nazionale ed internazionale e sui canali del Touring club, dando ulteriore visibilità a Soave. I membri del collettivo Cesura hanno visitato il borgo per alcuni giorni a fine aprile, documentando le peculiarità della località ed alcune pratiche presenti sul territorio, legate ai temi che saranno oggetto dell’ esposizione. L’assessore a cultura e turismo, Alice Zago, ha indicato e segnalato alcune realtà, che sono state selezionate, indagate e documentate dal collettivo. Tra esse ci sono il presidente Marco Malavasi dell’associazione VeronAutoctona, realtà che ha da poco realizzato l’orto botanico medioevale, la cantina Corte Mainente, la cantina Corte Moschina, Claudio Dal Prà dell’associazione Noi Voi e L’oro che si occupa di persone diversamente abili, le maestre Antonella Scandolara e Luciana Bertinato che promuovono varie iniziative coinvolgendo gli alunni delle scuole elementari, stimolandoli all’apprendimento, la cascina didattica Alba Terra per una coltura agricola nuova e rispettosa dell’ambiente e la nuova trattoria sociale «Cinque pani e due pesci» di Fittà, realizzata dalla comunità Sulle Orme Onlus. Tutte realtà che stanno contribuendo a far fare a Soave un salto di qualità, sia a livello turistico, che sociale. •

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1