CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.12.2017

L’organo del 1889 dà il «la» all’esposizione delle Natività

L’organo dell’inglese William George Trice nella chiesa parrocchiale di Soave
L’organo dell’inglese William George Trice nella chiesa parrocchiale di Soave

Note solenni tengono a battesimo le Natività disseminate a Soave e danno il «la» al periodo delle festività: in occasione dell’apertura dell’itinerario «Soave, il paese dei presepi» quest’anno Comune e Pro loco di Soave hanno voluto offrire per la prima volta un concerto con un evento che avesse il piglio culturale ma anche una certa dimensione musicale, essendo stata Soave culla di numerosi musicisti (ne citiamo due: don Bartolomeo Perazzini e monsignor Giuseppe Maggio). è inoltre, sempre stata fiorente la pratica musicale con i «pueri cantores», la corale San Lorenzo, la banda cittadina Monsignor Lodovico Aldrighetti, il coro Città di Soave e il coro giovanile Light Your Fire. Il concerto per organo e tromba è oggi alle 16,30 nella chiesa parrocchiale di San Lorenzo. Sarà un vero inno al Natale, ma anche un modo per riflettere sulla festività che ripropone i temi spirituali e umani legati alla natività e alla realtà contemporanea che, per tanti aspetti, anche se in epoche diverse, si ripropone. L’organo della chiesa parrocchiale soavese è uno dei più rinomati dell’intero territorio veronese e veneto e porta il nome di chi l’ha ideato e costruito: l’organaro inglese William George Trice. Risalente al 1889, lo strumento è frutto non solo della committenza locale, ma anche di un movimento culturale, cui si legò monsignor Giuseppe Maggio, il quale prevedeva un ritorno alla tradizione musicale cristiana, nel contesto liturgico. Venne promosso a Soave, proprio nel 1889 un convegno cattolico per ribadire il valore e il senso della musica sacra, a partire dalla valorizzazione dell’organo e della musica vocale, strumenti indispensabili per l’azione liturgica e il giusto decoro delle celebrazioni religiose. Di questa corrente, uno dei massimi compositori ed esponenti fu Lorenzo Perosi. William George Trice naque a Cardiff l’8 giugno del 1848 e morì a Londra, il 19 febbraio del 1920: fu un famoso organaro britannico, molto noto e apprezzato in tutta Europa. A lui è attribuita l’introduzione dell’organo moderno in Italia. Tra i suoi strumenti meglio riusciti, c’è sicuramente quello di Soave. Il concerto di oggi è stato curato da Giovanni Valle, liturgista e profondo conoscitore dell’organo soavese, che ha cercato di ridestare il senso sacro del Natale e il valore della musica strumentale da chiesa, con questo concerto. Gli interpreti sono due: Angelo Cavallo e Michele Fontana. Cavallo, classe 1984, si è diplomato in tromba nel 2004 all’istituto musicale pareggiato Paisiello di Taranto. Dal 2015 è il direttore artistico e docente dell’Italian Trumpet Academy. Fontana, organista e pianista, ha iniziato gli studi musicali all’età di nove anni; al conservatorio Dall’Abaco di Verona ha conseguito il diploma in pianoforte con il maestro Sabrina Reale e in organo e composizione organistica con il maestro Umberto Forni. Fontana ha fondato l’etichetta discografica Fluente Records ed è direttore artistico del Festival musicale «Percorsi sonori». L’ingresso al concerto è libero. • Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1