CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

27.11.2017

Il Gal del Baldo e della Lessinia
sceglie l’Est come nuova casa

Ermanno Anselmi, presidente del Gal del Baldo e della Lessinia
Ermanno Anselmi, presidente del Gal del Baldo e della Lessinia

Ha trovato una nuova sede il Gal (Gruppo di azione locale) del Baldo e della Lessinia al quale aderiscono 37 Comuni. Vi si trasferirà da Grezzana. L’amministrazione comunale di Soave ha infatti messo a disposizione un ufficio, fino a oggi libero, tra quelli municipali, sotto la loggia di Palazzo del Capitano, sede comunale, in via Camuzzoni. In dicembre il Gal presieduto da Ermanno Anselmi potrà fare il trasloco.

La porta di accesso al nuovo ufficio si trova adiacente all’ufficio anagrafe e stato civile del municipio.

«È un elemento di grande soddisfazione che il Consiglio di amministrazione del Gal abbia scelto Soave, perché aveva sul tavolo anche altre proposte allettanti», svela il sindaco Gaetano Tebaldi, «Segno che Soave ha una elevata considerazione all’interno del gruppo di azione locale, di cui Soave fa parte da dieci anni circa».

«È motivo di prestigio accogliere il Gal qui; inoltre porterà anche un indotto importante per il nostro territorio», sottolinea Tebaldi. «Stiamo già procedendo con gli interventi per adeguare l’ ufficio alle esigenze del personale del Gal a nostre spese».

Il Gal Baldo–Lessinia verserà un canone di locazione al Comune di Soave per l’ufficio che occuperà. Il contratto d’affitto tra i due enti ha una durata di sei anni, rinnovabile di altri sei.

Il Gal Baldo–Lessinia si occupa di un territorio di 1.151 chilometri quadrati di superficie complessiva, nella parte nord della provincia di Verona. Conta 37 Comuni, che vanno dalla sponda del lago di Garda e dal monte Baldo, fino all’altopiano della Lessinia e all’Est veronese.

Nel territorio del Gal vivono 135.543 abitanti e la superficie agricola utiizzata è pari a 46.801 ettari, mentre 20.719 ettari sono coperti da bosco. Aderiscono al Gal Baldo–Lessinia cinque fattorie didattiche, 9.216 aziende agricole di cui 2.489 aziende con allevamenti e 13.748 attività economiche complessive.

Al suo interno sono registrati tre prodotti a marchio Dop (Denominazione di origine protetta) e cinque marchi Doc di vini (Denominazione di origine controllata) accanto a cinque strade del vino e dei prodotti tipici e a cinque Consorzi di tutela. In tutto il Gal Baldo–Lessinia può contare su 3.533 strutture ricettive, con complessivi 65.878 posti letto.

Il Gal, come si può notare, è formato da soggetti sia pubblici che privati, quali enti locali, aziende ed associazioni di categoria, a cui eroga fondi sottoforma di contributi che provengono dall’Unione Europea e precisamente dal Fondo Agricolo Europeo (Psr). Riconosce i contributi sulla base di un Piano di sviluppo locale.

«Il Gal promuove misure per tutelare e promuovere il territorio, le sue caratteristiche e i suoi prodotti tipici», aggiunge il sindaco. «A noi ha riconosciuto di recente un finanziamento per rifare e conservare le “marogne”, ossia i muretti a secco». Il Gal Baldo e Lessinia è nato a Bosco Chiesanuova, dove è rimasto fino ad un paio d’anni fa, quando si è trasferito a Grezzana.

Soave sarà dunque la sua terza sede. Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1