Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 14 dicembre 2018
Donatrici, sportive e testimoni nel convegno Avis | Soave

Donatrici, sportive e testimoni nel convegno Avis

Anche quest’anno, le sezioni comunali dell’Avis di Soave e di San Bonifacio, in collaborazione con la parrocchia e il Comune di Soave, celebrano in un modo particolare la Festa della donna donatrice di sangue con un incontro pubblico che si terrà domani alle 17, nella sala delle feste di Palazzo del Capitano, sede municipale, che verterà sul tema: «Donna, genio e risorsa». Tre donne saranno al centro del convegno: una scultrice soavese, Dialma Seno; una campionessa di salto con l’asta, la soavese Elisa Molinarolo che verrà premiata come atleta dell’anno dal Coni; un ricordo della maestra Albina Tebaldi, che nel 1966 fu una pioniera ed ebbe l’idea di creare la prima casa famiglia con don Nicola Mazza, per 15 ragazzi disagiati. Parleranno di Albina Tebaldi la nipote e dei testimoni di quel tempo. Poi ci sarà la testimonianza di una ragazza guarita dalla leucemia grazie anche alle donazioni, la quale ha scoperto di avere questa terribile malattia quando ha fatto gli esami proprio per diventare donatrice di sangue. «L’Avis di Soave è sempre pronto a dare risposte al bisogno sociale, per quello che può fare», sottolina la presidente degli avisini Regina Minchio, «questo è ciò che ci prefiggiamo: donare per aiutare il prossimo a sentirsi meglio». Nel dettaglio del programma degli interventi, la scultrice soavese Dialma Seno Martello terrà il primo intervento su «La figura femminile nell’arte». Alcuni testimoni del tempo e familiari ricorderanno poi la maestra Albina Tebaldi, durante il contributo intitolato «Il coraggio di una donna». Terzo intervento previsto è quello della campionessa soavese di atletica Elisa Molinarolo, con la relazione: «Nata per lo sport». In conclusione ci sarà la testimonianza di una donatrice salvata dalla leucemia. Modererà i tre interventi la giornalista Lucia Vesentini. L’ingresso al pomeriggio di domani è libero. Maggiori informazioni si possono trovare sulla pagina facebook Gruppo Avis Provinciale Verona. •