CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

25.11.2017

Dimostrazioni di arti marziali
a sostegno del Telefono Rosa

Per due giorni Porta Verona, il principale accesso a Soave, assumerà un particolare colore rosso: oggi e domani dalle 17,30 a mezzanotte, la porta verrà illuminata.

Una cosa che non era mai stata fatta in passato. Un segno questo, scelto dall'amministrazione comunale in occasione della Giornata internazionale per eliminare la violenza contro le donne. «In questo modo aderiamo alla proposta che ci è stata fatta dalla commissione parità uomo–donna della Regione», sottolineano gli assessori ai servizi sociali Angelo Dalli Cani e alle pari opportunità Giovanna Stubeli, «illuminando un monumento a scelta di rosso. Un modo questo per riflettere sulle 114 donne ammazzate in Italia da partner e ex compagni da gennaio a oggi, un dato drammatico e purtroppo in crescita».

«Inoltre Porta Verona vestita e illuminata di rosso», concludono Dalli Cani e Stubeli, «farà da testimonial agli eventi che si terranno nel corso della settimana, legati al mondo femminile. Appuntamenti che si possono trovare visitando il sito istituzionale del Comune di Soave».

Tra questi, l’iniziativa del comutato provinciale dell'Aics (Associazione italiana cultura e sport) che, con il patrocinio del Comune e in collaborazione con la commissione regionale di parità dell'Aics Veneto, ha scelto proprio Soave per la giornata di attività dimostrative per imparare come difendersi legata alle arti marziali, chiamata «Arti marziali, Aics e Telefono Rosa».

La manifestazione, aperta a tutti, è stata promossa allo scopo di raccogliere fondi a favore dell'associazione Telefono Rosa, in occasione proprio della Giornata internazionale contro la violenza delle donne. Lo stage si tiene oggi dalle 9,45 al palazzetto dello sport di via San Matteo (biglietto a 10 euro a persona).

Dalle 9,45 alle 11,45 istruttori qualificati daranno dimostrazioni di difesa, tai chi, akido e judo. Sarà presente Alberto Barbieri, istruttore nazionale antiaggressione femminile. Inoltre alle 11,45 verrà accolta Maria Rosa Carlin, consigliere della commissione parità dell'Aics regionale.

Dalle 16,30 alle 18,30, invece, dimostrazioni di jujtsu, wado ryu, goju ryu e shotokan. I partecipanti verranno divisi a gruppi e lavoreranno con tutti i docenti dello stage di arti marziali a rotazione, in modo da imparare e praticare i principi degli stili proposti. Al termine della giornata, il sindaco Gaetano Tebaldi, il vicesindaco Dalli Cani e l'assessore Stubeli consegneranno quanto raccolto con le iscrizioni dei partecipanti allo stage dell'Aics, ai rappresentanti del Telefono Rosa (informazioni: maestro Paolo Carpene, 347.2721941).

Un ciclo di incontri sulla salute delle donne inizierà poi mercoledì prossimo. Il titolo è esplicativo: «Ben–Essere Donna».

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1