CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.11.2017

Se Bolca fosse dell’Unesco
Un convegno per parlarne

I fossili esposti nel museo di Bolca
I fossili esposti nel museo di Bolca

Tutte le novità di una storia scritta 58 milioni di anni fa: a questo, e al futuro di Bolca e dell'intero comprensorio della val d'Alpone come patrimonio dell'umanità dell'Unesco è dedicata la due giorni di approfondimento che, tra Verona e Bolca, venerdì e sabato, riunirà esperti italiani e non per illustrare gli ultimi studi su Bolca e abbozzare indagini future nel sito che costituisce un unicum mondiale per la paleontologia.

Il convegno «Bolca: un patrimonio storico-paleontologico da valorizzare. Stato delle ricerche e programmi futuri», si svolgerà nella giornata di venerdì (dalle 9 alle 18.30) al Museo civico di Storia naturale di Verona, mentre sabato (dalle 9 alle 13) lo scenario sarà il Museo dei fossili di Bolca. Per chi si è iscritto utilizzando il modulo disponibile su www.valdalponeheritage.it (sito dove consultare il programma completo del convegno) la due giorni sarà anche l'occasione per partecipare venerdì a uno dei momenti di Durello&Friends, la manifestazione promozionale dedicata al Lessini Durello, il vino principe della Val d'Alpone, e sabato pomeriggio alla visita guidata della Pesciara di Bolca e del museo paleontologico.

La corposa parentesi scientifico-divulgativa che costituisce il grosso del lavoro di venerdì farà da premessa alle novità che l'Associazione temporanea di scopo «Val d'Alpone-faune, flore e rocce del Cenozoico», costituita proprio per formalizzare la candidatura Unesco, veicolerà riguardo al dossier con cui il territorio si prepara a entrare nella lista dei siti che ambiscono al riconoscimento.

Il focus sarà su Bolca, i giacimenti della Pesciara, del monte Postale, della Purga e di Spilecco, e sulla possibilità di applicare anche a questi siti analisi di tipo geolettrico. E sul risultato dei carotaggi della Pesciara e della Purga, sui nuovi dati sull'età della Pesciara e del monte Postale e sulle conclusioni degli scavi tra '99 e 2011, paleoecologia e tafonomia delle associazioni ittiche della Pesciara e del monte Postale e sulla biodiversità del giacimento della Pesciara. Alle 14.30 una tavola rotonda sulle flore e le rocce della val d'Alpone nell'Eocene farà il punto sulla candidatura Unesco. A Bolca ci sarà spazio per parlare di fossili oltre gli straordinari pesci, di piante e di granchi (sono annunciate novità di livello mondiale) e, ancora, di candidatura Unesco. La mattinata si concluderà con la presentazione del libro Vertebrati fossili marini e terrestri del Veronese. P.D.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1