CHIUDI
CHIUDI

11.02.2019

Rinasce il Cenacolo che unisce gli amanti della letteratura

A San Bonifacio c’è d qualche tempo una nuova associazione fondata da poeti e scrittori locali, il «Cenacolo letterario e poetico di San Bonifacio». Il presidente è Andrea Zanuso, che ha avuto l’idea non solo perché scrive versi e racconti (ha già pubblicato quattro libri), ma soprattutto dopo aver constatato che vi sono molti che fanno altrettanto. San Bonifacio, patria della poetessa Marianna Castellani e degli scrittori del passato Dante Olivieri, Gino Sandri, Luigi Mistrorigo e Simone Lorici, conta oggi almeno una ventina di poeti e scrittori. «Spesso però non si conoscono tra loro», dice Zanuso, «non si frequentano. Ma la nostra non è un’associazione solo per chi scrive, infatti per statuto è aperta anche a chi ama la poesia e la letteratura. Il Cenacolo inoltre non ha scopo di lucro, è apartitico. Vuole promuovere attività letterarie, poetiche e artistiche in genere». In passato altre iniziative hanno colmato il vuoto cui provvede il nuovo circolo. Ebbero impatto quelle dell’Usus (Unione studenti universitari) degli anni Cinquanta, il Centro di cultura sorto nel 1960 e ancora oggi, in settori specifici, le Ards (Ricercatori Storici) e Abbazia per il territorio. Per non parlare dei «Quaderni di Coalonga», che da 32 anni danno ospitalità a scrittori e poeti. Zanuso commenta: «Io credo, ma lo dicono molti studiosi, che ci sia l’esigenza di riscoprire la parola, il linguaggio, il fascino e la magia della poesia. Di riscoprire e riappropriarci del dialogo tra di noi che è diventato sempre più sterile, che è soffocato dai media, dalla rete e dai social. Dialogo virtuale spesso distorto, strumentalizzato o manipolato. Avverto che c’è la necessità di valorizzare e umanizzare le relazioni tra gli uomini. E la ricchezza e la bellezza della poesia, generano conoscenza e suscitano emozioni, favoriscono il dialogo». Anche Daniela Fornaro, vice presidente del Cenacolo e poetessa attiva sul web, sottolinea la necessità e l’utilità che un’associazione come il Cenacolo promuova iniziative del genere. I soci fondatori sono una decina e invitano chi scrive e ama la poesia e la letteratura ad aderire al Cenacolo. Oltre al presidente Andrea Zanuso e alla vice Fornaro, sono stati eletti nel consiglio direttivo Francesca Todesco e Giovanni Castagnaro, mentre il segretario-tesoriere è Marino Piccino. Per chi lo desidera, il recapito mail è: cenacolo.sanbonifacio@gmail.com. Conclude Andrea Zanuso: «Il Cenacolo intende creare un proprio sito web per favorire la comunicazione e la conoscenza sia tra i soci, sia tra i simpatizzanti. Faremo incontri e letture aperti a tutti». •

G.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1