CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.02.2018

Provoli: «Il piano sicurezza inizia a dare buoni frutti»

Il sindaco Giampaolo Provoli
Il sindaco Giampaolo Provoli

«Si cominciano a vedere gli effetti del piano di prevenzione e controllo messo in atto nelle ultime settimane». La commenta così la notizia dell’arresto di ieri il sindaco di San Bonifacio Gianpaolo Provoli. Il quale, poi, spiega perché quel piano è stato progettato e messo in atto ed in cosa esso consiste. «Da tempo l’area della stazione è diventata uno spazio in cui si radunano perdigiorno e persone che sono dedite ad attività illecite», afferma Provoli. «Una situazione che negli ultimi mesi è stata all’origine di avvenimenti spiacevoli», continua,. riferendosi alle molestie denunciate da una donna e ad un paio di risse avvenute all’esterno della stazione a causa di eccesso di alcool e di questioni legate allo spaccio di stupefacenti. «Poco meno di tre settimane fa c’è stata una riunione in Prefettura del tavolo tecnico sulla sicurezza, nella quale è stato deciso di portare avanti alcune azioni specifiche», aggiunge il primo cittadino. Così nei giardinetti antistanti la stazione sono stati eliminati due grandi cespugli che impedivano di avere una buona visuale dell’area e venivano usate per occultare di tutto-dai rifiuti a, probabilmente, la droga da vendere-ed è stata anche migliorata l’illuminazione, sia all’esterno della stazione che nel passaggio pedonale che porta al suo interno. Sempre stando a quanto spiega Provoli, è stato anche rimesso in ordine il sistema di videosorveglianza, che si basa sull’utilizzo di una trentina di telecamere ed è collegato con la centrale di Verona della Polizia ferroviaria. Sistema che. al momento, filma immagini che non vengono visionate in diretta 24 ore su 24, ma rimangono comunque registrate, e, quindi, sono visionabili nel caso in cui accadano situazioni particolari. «Oltre a tutto questo, è stato programmato un servizio di controllo che prevede la presenza, con orari cadenzati e diversificati, di carabinieri, polizia e guardia di finanza, in stretta collaborazione con la Polfer», aggiunge Provoli. Secondo il quale queste presenze stanno avendo effetti molto positivi. «Per questo», conclude, «invito tutti a mantenere alta l’attenzione, perché è solo in questo modo che è possibile garantire sicurezza nell’area della stazione».

LU.FI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1