CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.02.2018

Il sindaco non digerisce il ritardo dei bollettini

Una mensa scolastica
Una mensa scolastica

Gianni Bertagnin «Sono completamente insoddisfatto e arrabbiato»: si sfoga così il sindaco di San Bonifacio Gianpaolo Provoli riferendosi alla situazione verificatasi «per il mal funzionamento o il comportamento non serio delle agenzie che hanno vinto l’appalto per la distribuzione dei bollettini di pagamento delle mense scolastiche. È con grande disappunto dell’amministrazione che abbiamo fatto scrivere agli uffici una lettera di disapprovazione. La consegna dei bollettini da parte di queste agenzie esterne al Comune avviene con giorni di ritardo, addirittura dopo la scadenza del pagamento della rata. È un disservizio inaccettabile». Provoli sta valutando se nel contratto siano previste penali e ha l’intenzione di rivalersi per questo disservizio «perché non trovo corretto che il Comune mandi in tempo i dati e che queste società, che hanno il compito di stampare i bollettini e di inviarli a chi usufruisce del servizio mensa, li portino anche cinque-sei giorni, addirittura dieci giorni dopo la scadenza, tanto che sin è costretti a dover pagare in ritardo». «L’amministrazione evidentemente rassicura i genitori dei ragazzi che usufruiscono della mensa, che il pagamento di questo servizio può essere fatto benissimo anche entro quindici giorni dopo l’arrivo fisico del bollettino. Se ci saranno delle penali», conclude Provoli, «le faremo pagare alle agenzie che hanno il compito di recapitare i bollettini». Le agenzie provvedono, una, a elaborare i dati e gli indirizzi, una a stampare i bollettini e una a consegnarli; ma «si rimpallano le responsabilità. Di fatto il Comune è veramente incavolato e comminerà le penali per questo disservizio» Il sindaco rassicura i genitori: se il bollettino arriva anche giorni dopo la scadenza indicata, non dovranno pagare alcuna mora. •

Gianni Bertagnin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1