CHIUDI
CHIUDI

30.12.2018

«Fuggi fuggi dei clienti» La Lega attacca Provoli

L’onorevole Paolo Paternoster
L’onorevole Paolo Paternoster

«Nel programma elettorale dell’attuale amministrazione c’era scritto che si sarebbero “impegnati ad attivare e a rendere operative commissioni di categoria per avere un fattivo apporto di monitoraggio sulle problematiche occupazionali e del mondo produttivo”. L’hanno fatto? No». La sezione di San Bonifacio della Lega attacca il sindaco Provoli e la sua giunta responsabile, sottolinea una nota, delle chiusure di negozi nel centro del paese. «Cosa ha fatto questa amministrazione in quattro anni e mezzo? Nulla», sostiene la Lega, «se non la pasticciata Ztl che ha comportato ancora più confusione e fuggi fuggi dei clienti verso altri paesi». E portano un esempio: «Un noto negozio in franchising presente in corso Venezia è stato costretto dalla proprietà a trasferirsi al centro commerciale in quanto in soli sei mesi di Ztl hanno registrato ben quasi 26mila accessi in meno. Cosa ha fatto l’amministrazione? Ha forse previsto azioni positive verso i negozi del centro storico mediante incentivi o sgravi su tributi comunali? No. Ha forse previsto azione su affitti calmierati? Quali politiche ha messo in essere per far riaprire negozi chiusi da diversi mesi? Dalle numerose serrande abbassate si evince proprio nessuna. Lo sforzo», aggiunge la nota, «lo stanno facendo solo i commercianti e la Confcommercio, attivandosi nel territorio e mettendo in campo azioni di marketing degne di ogni rispetto». È anche una questione di prevenzione dalla delinquenza, sostengono i vertici della sezione locale, perché «riaprire quei negozi chiusi in certe zone, ad esempio all’inizio di corso Venezia provenendo dalla stazione, significa riappropriarsi del territorio, evitando di dare spazio a balordi e alla criminalità. Ecco quindi che rilanciare il centro storico si pone anche in termini di sicurezza». Sulla questione interviene il parlamentare Paolo Paternoster, già segretario provinciale della Lega Nord, aprendo la campagna elettorale per le prossime amministrative: «Siamo certi che nel prossimo mese di maggio serva un reale cambiamento, per far sì che anche il centro storico di San Bonifacio abbia finalmente la propria dignità».

F.L.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1