CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.01.2018

La Zai rinasce pian piano Ora un nuovo distributore

La zona artigianale e industriale di Lepia a Vago di Lavagno cerca di tornare a vivere e operare. Dopo l’insediamento di un supermercato, che ogni giorno attira nella zona un elevato numero di persone, sabato scorso è stata aperta al pubblico una nuova stazione di servizio con bar, pompe per la distribuzione self service di benzina e gasolio e lavaggio automatico. Ne sono titolari Sandro Tiberio e Maurizio Lucchi la cui azienda è già da tempo presente nella località Casale a San Pietro di Lavagno e opera nel commercio all’ingrosso di prodotti petroliferi e lubrificanti per autotrazione e di combustibili per riscaldamento. Con la loro nuova stazione aperta nella Zai di Lepia i due fratelli intendono offrire i propri servizi a quanti frequentano la località per le attività lavorative o per far spesa al supermercato. In occasione dell’inaugurazione della stazione, la benedizione è stata impartita dal parroco di San Pietro e San Briccio, don Luca Tosi. Il taglio del nastro è stato affidato, successivamente, ai figli dei due titolari come per sottolineare la continuità della presenza operosa dell’impresa nel territorio lavagnese. «Anche questa nuova apertura», è stato sottolineato dai presenti all’inaugurazione, «potrà fornire il proprio importante contributo al rilancio della Zai di Vago dove, purtroppo, non ha,fino a questo momento, trovato una nuova destinazione d’uso l’enorme fabbricato di Casamercato. Quel grande spazio commerciale esteso su 20mila metri quadri di superficie che era stato inaugurato con tanta solennità nel luglio del 2007, ma che è rimasto in attività solo fino al 30 novembre del 2008, lasciando a casa senza lavoro i 150 operai che credevano di avervi trovato un’occupazione stabile. Assieme a loro è rimasto senza attività e silenzioso e vuoto il fabbricato mastodontico a tutt’oggi ancora inutilizzato. Forse la presenza di nuove aziende nella Zai di Lepia potrà contribuire anche a risolvere questo problema rimasto sospeso. • G.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1