CHIUDI
CHIUDI

10.01.2019

L’asilo presenta la sezione dedicata ai bimbi più piccoli

La direzione della scuola progetta la sezione «Primavera» e individua gli spazi per farla partire e la donazione di una residente consente di arredarli e attrezzarli per poter accogliere i bambini dai 24 ai 36 mesi. È partita così, alla scuola dell'infanzia «Monsignor Beggiato» la nuova sezione «Primavera» che sabato alle 17 si presenterà alle famiglie in vista delle iscrizioni al prossimo anno scolastico. A Montecchia di Crosara, insomma, alla scuola dei piccoli è già... «Primavera». Il «porte aperte» è stato voluto per presentare alle famiglie la nuova sezione che da settembre vivrà la sua seconda stagione dopo l'avvio all'inizio dell'anno scolastico in corso: la sezione «Primavera» potrà accogliere un massimo di 20 bambini con la proporzione di un’educatrice ogni dieci bambini e l'integrazione da parte di un’assistente di supporto. Da settembre fino alla fine di luglio la sezione accoglierà i piccoli dalle 7.30 alle 16 ma sarà possibile scegliere anche l'orario corto (dalle 7.30 alle 13) o più lungo, fino alle 18: questa flessibilità è possibile grazie alla condivisione con la scuola dell'infanzia. La sezione dei piccolissimi gode di spazi autonomi che sono quelli ricavati al piano terra dopo i lavori di rinnovo e arredo resi possibili grazie alla donazione di Marina Casarotto, una signora di Montecchia da sempre vicina all'attività della scuola dell'infanzia che ha la sede in Stradella Sgussa 5. Territorio (perché va ricordato anche il Comune che ha autorizzato l'avvio della sezione dei piccolissimi) e scuola hanno dunque unito le forze «per offrire ai bimbi più piccoli un luogo di socializzazione e di stimolo delle loro potenzialità cognitive, affettive e sociali. Il servizio», spiega monsignor Franco Coffetti, che è presidente del Comitato di gestione della scuola dell'infanzia, «vuole affiancarsi al ruolo primario della famiglia, senza sostituirsi ad essa, ed è stato voluto fortemente per ampliare l'offerta formativa, articolandola, anche con lo scopo di offrire continuità educativa con la scuola dell'infanzia e di offrire sostegno a ogni famiglia per promuoverne e valorizzarne le risorse». •

P.D.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1