CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.07.2017

Una lunghissima lista di opere
È la «rivoluzione» di Lovato

Il sindaco Marcello Lovato
Il sindaco Marcello Lovato

«Quest’anno sistemeremo i marciapiedi in via Marconi, faremo il coefficentamento energetico del municipio e delle scuole, e costruiremo i campi da tennis, alla Cittadella dello Sport». Questi sono i primi lavori promessi nel 2017 dal nuovo sindaco, Marcello Lovato, in occasione dell’insediamento del Consiglio comunale eletto da poco.

Ma la lista degli impegni presentata ai caldieresi è ancora lunga ed impegnativa, per i prossimi anni. «Certamente sistemeremo le fognature di Vago e di San Pieretto», ha evidenziato Lovato, «e andremo a risolvere l’annosa questione dell’ex casa Milani, proprietà dell’Ater, per creare parcheggi nel centro storico. Faremo installare barriere fonoassorbenti lungo l’autostrada A4, nella zona di San Pieretto».

«Realizzeremo, per stralci, una pista ciclopedonale che collegherà il capoluogo con le terme, Caldierino, Vago e Stra’. Il tema del collegamento tra il capoluogo e Caldierino è molto sentito dalla popolazione e vi dedicheremo particolare attenzione. Ricaveremo un’area riservata ai cani e riqualificheremo la zona di piazza Matteotti e del centro storico», ha aggiunto il sindaco. «Mancano spazi per i giovani: costruiremo una Casa della Musica», ha promesso Lovato, «amplieremo la biblioteca comunale e creeremo nuovi spazi per la lettura. Abbatteremo le barriere architettoniche ancora presenti e cureremo le aree verdi. Installeremo lampade a led nella rete di pubblica illuminazione».

«Favoriremo l’occupazione, anche creando nuovi posti di lavoro all’azienda terme, che resterà di proprietà comunale», ha sottolineato il sindaco Lovato, «ma valuteremo, nel contempo, l’ingresso dei privati per lo sviluppo del complesso termale, specialmente per realizzare alcune opere. Metteremo a punto strumenti di comunicazione con la popolazione, non solo assemblee, ma anche tavoli di lavoro e comitati di quartiere».

«Difenderemo il territorio, dalla linea ferroviaria Tav e dalla tangenziale a pagamento», ha ricordato il nuovo sindaco, «metteremo a punto un piano di sistemazione dei 30 chilometri di strade che attraversano il paese, ma anche dei marciapiedi e dei parcheggi».

«Metteremo inoltre in atto una politica per agevolare le famiglie», ha specificato Lovato, «e implementeremo il sistema di vigilanza, con forze dell’ordine sul territorio. Metteremo in atto un’azione di sviluppo turistico e per fare ciò ho creato uno specifico assessorato che se occupi».

«Promuoveremo uno screening di controllo per la salute dei residenti», ha assicurato il nuovo primo cittadino. «In merito alla fusione con Belfiore, vogliamo che i cittadini si esprimano liberamente al referendum e concederemo di spiegare le ragioni ai cittadini, sia a chi è a favore, sia a chi è contro la fusione». Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1