CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.01.2018

Più di 500 euro investiti per ogni bambino del paese

«A causa dei meccanismi di spesa vigenti, saremo costretti a fine anno ad avanzare somme importanti, dovute a minori costi, quindi l’obiettivo del pareggio di bilancio si trasformerà in un avanzo di cassa». Così ha spiegato, in Consiglio comunale, il sindaco, Marcello Lovato, il fatto che si produrrà un certo avanzo di amministrazione anche quest’anno, nonostante siano stati spesi ben 2 milioni e 447 mila euro in opere pubbliche. «Ricordo che per questi meccanismi di bilancio, introdotti dall’ex ministro Giulio Tremonti, un Comune come Caldiero a fine anno, sicuramente manderà in avanzo dai 50 ai 100 mila euro, su un bilancio di più di 7 milioni di euro», ha spiegato il sindaco. «Certo è poco più dell’uno per cento dell’esercizio finanziario, ma sono pur sempre risorse sprecate, a causa di procedure di spesa complicate». Facendo la ricognizione delle entrate, Caldiero ha incassato 122.710 euro più del previsto, per due terzi dovuti ad un maggior gettito degli oneri di urbanizzazione, aumentati di 80 mila euro rispetto le previsioni, per l’avvio di due lottizzazioni in autunno. Sono stati inoltre raccolti 3 mila euro in più di sanzioni amministrative e c’è un contributo in conto investimenti da parte dell’azienda speciale terme di 40 mila euro, corrisposto per agevolare il trasferimento dei campi da tennis dalle Terme di Giunone alla Cittadella lo sport. Nell’ambito delle spese, l’amministrazione è riuscita a risparmiare più di 60 mila euro rispetto al previsto. Si è registrata una diminuzione delle indennità di carica per sindaco ed assesori per 2.500 euro e 18 mila euro circa sono stati risparmiati sul costo del personale e nella gestione degli uffici municipali. Altri risparmi si sono ottenuti dalla riduzione delle utenze scolastiche per 15.230 euro e delle utenze degli impianti sportivi per 7.500 euro. «Abbiamo avuto anche minori spese, giustificate dall’abbassamento delle temperature, per i costi di disinfestazione delle zanzare, con un risparmio di oltre 3 mila euro», ha proseguito il sindaco, «Abbiamo anche economizzato negli affidamenti dei servizi di manutenzione stradale per 8 mila euro e, ad oggi, risultano diminuiti di 5 mila euro i costi per la raccolta e il trattamento dei rifiuti», ha ragguagliato Lovato. Per quel che concerne gli investimenti, sono stati spesi 7 mila euro per la tinteggiatura di una parte della facciata della sede municipale, in accordo con l’ente Opera Pia Da Prato, comproprietaria dell’immobile. «Abbiamo deciso di erogare un contributo straordinario alle scuole materne pari a 6 mila euro, portando a 161 mila euro i contributi totali per le scuole dell’infanzia, ossia 585,45 euro a bambino per quest’anno», ha rivelato Lovato, «un impegno ordinario questo, tra i più elevati degli ultimi anni». Sono stati iscritti a bilancio, inoltre, i 180 mila necessari alla realizzazione degli spogliatoi e al completamento della parte dedicata al tennis della Cittadella dello Sport, in via Santi. «Sta inoltre per partire l’intervento di sistemazione della piazzetta di via Dante Alighieri», ha concluso il sindaco, «in totale, abbiamo speso più di 270 euro ad abitante in lavori pubblici. Ritengo sia un’azione importante, per migliorare Caldiero». • Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1