CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

28.08.2018

Parrocchie e corali, un tripudio vero per la Madonna della Stra’

La Madonna della Stra’
La Madonna della Stra’

In preparazione alla festa patronale della Madonna della Stra’, che ricorre lunedì 3 settembre, la parrocchia di Belfiore invita ad un triduo di preghiera, da domani a venerdì 31 agosto. Ogni sera al santuario romanico verrà recitato il rosario alle 20 e poi alle 20.30 sarà celebrata la messa. La novità rispetto agli anni passati, è che il triduo verrà animato ogni sera da una parrocchia diversa. Domani, il triduo lo aprirà la parrocchia di Zevio. Giovedì 30 agosto, invece, toccherà alla parrocchia di Vago, mentre venerdì 31 agosto, il rosario e la messa saranno animati dalla parrocchia di San Martino Buon Albergo. Per quanto concerne la giornata in cui cade la festa liturgica della patrona della comunità, la Madonna della Stra’, lunedì 3 settembre, verranno coinvolte più parrocchie. Al santuario, la messa delle 8 infatti verrà animata dalla parrocchia di Caldiero, con il parroco don Luigi Grifalconi, mentre la messa delle 10 sarà animata dalla parrocchia di Belfiore, con il parroco don Roberto Pasquali ad officiare l’eucarestia. La solenne funzione liturgica all’aperto, nel parco della chiesa romanica, verrà presieduta lunedì 3 settembre, alle 17, da monsignor Francesco Cavina, vescovo di Carpi (Modena), che concelebrerà assieme ai sacerdoti originari di Belfiore, o che a Belfiore hanno svolto il loro servizio pastorale. Nel corso della messa all’aperto, secondo tradizione, verrà amministrato il sacramento dell’Unzione degli Infermi ai malati e agli anziani: sono invitati, a tal proposito, anche quelli residenti nelle case di riposo dei paesi vicini. La solenne concelebrazione verrà animata dalla Schola cantorum Santa Cecilia di Belfiore. «Sia sabato primo settembre, a partire dalle 16, in chiesa parrocchiale, che lunedì 3 settembre, dalle 16, ma stavolta al santuario», ricorda il parroco don Roberto Pasquali, «ci sarà l’opportunità di più sacerdoti per confessarsi». La festa patronale vivrà anche un momento musicale e di riflessione domenica 9 settembre alle 16, al santuario mariano, con il recital «Omaggio a Maria», allestito dalla parrocchia e dal circolo Noi Gaudete. Sarà una rassegna di canti, brani sinfonici, poesie, prose e preghiere interpretate e declamate in onore della patrona, la Madonna della Stra’, dai lettori dell’associazione «Voci di Carta» di Caldiero e da tre cori: Ana «Valli Grandi» di San Pietro di Legnago, Schola cantorum di Albaredo e Schola cantorum Santa Cecilia di Belfiore. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1