Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 25 settembre 2018

Moduli per indicare i danni

Caldiero è stato sfiorato dalla bomba d’acqua. Il fatto che il torrente Prognolo sia esondato a San Zeno di Colognola ha salvato la zona abitata più a sud e quella in località Bambare da un’ esondazione certa del corso d’acqua, in piena. Nonostante il centro abitato si sia salvato, il nubifragio ha interessato alcune zone periferiche del paese, come San Pieretto, una porzione di Caldierino e le vie Giare e Spezieria. «Nessuna abitazione fortunatamente è stata allagata», conferma il sindaco Marcello Lovato, «ma si sono verificate situazioni di criticità su alcune proprietà private ed aziende agricole, che i cittadini possono segnalare al Comune, utilizzando l’apposito modulo che è reperibile all’ufficio protocollo in municipio, oppure si può scaricare direttamente dal sito internet della Regione. I moduli con le segnalazioni dei danni vanno consegnati all’ufficio protocollo in municipio entro sabato 15, per dar modo ai dipendenti di fare una stima sulla base della quale poi si attiveranno le procedure per chiedere alla Regione i risarcimenti. Alcuni danni li ha patiti anche il Comune: cedimenti lungo la strada che porta in località Sabbionara, che dovrà essere messa in sicurezza; allagato il sottopasso di Caldierino, sulla bretella che proviene dalla Nuova Porcilana.