CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.08.2017

In Consiglio passa
il no al trattato Ceta

Ci voleva Coldiretti per mettere d’accordo il Consiglio caldierese, che nelle prime due sedute aveva visto un muro contro muro tra la maggioranza, guidata dal sindaco Marcello Lovato e l’opposizione capeggiata da Carmen Tomba. L’adesione unanime alla proposta Coldiretti di dire no al Ceta (Comprehensive Economic and Trade Agreement) trattato di libero scambio tra Ue e Canada, ha messo tutti d’accordo.

A introdurre in assemblea è stata la capogruppo di maggioranza Elisa Bonamini, che ha spiegato l’intenzione di Coldiretti di bloccare la ratifica dell’accordo in Parlamento a settembre.

«Coldiretti mira a tutelare gli interessi delle imprese agricole italiane e quindi anche di Caldiero», ha spiegato Bonamini, «è importante per una agricoltura sostenibile a garanzia dei nostri prodotti di qualità».

Non poteva che essere favorevole alla posizione di contrarietà al Ceta il consigliere di opposizione Fabio Sgreva, frutticoltore ai vertici comunali e provinciali di Coldiretti, attuale vicepresidente del Consorzio ortofrutticolo di Belfiore. Sgreva ha svelato di essere stato uno dei proponenti di questa delibera.

«Per dare un futuro alla nostra agricoltura occorre bloccare questo trattato, più grave di quello che si può credere», ha sentenziato. «La discussione in Parlamento sarebbe già stata calendarizzata, ma grazie alle pressioni di Coldiretti, è stata spostata al prossimo settembre. Occorre che i Comuni italiani facciano pressione assieme alle organizzazioni sindacali e di categoria, affiché questo trattato non venga ratificato in Italia. Speriamo non sia troppo tardi». Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1