CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.01.2018

Il tennis raddoppia con due nuovi campi

La Cittadella dello Sport di Caldiero con gli impianti sportivi FOTO PECORA
La Cittadella dello Sport di Caldiero con gli impianti sportivi FOTO PECORA

Zeno Martini Si sono conclusi i lavori per realizzare dei due nuovi campi da tennis, uno coperto e l’altro scoperto, alla Cittadella dello Sport, in via Ponterotto. I due campi da gioco sono costati 237 mila euro. L’amministrazione comunale, nelle pieghe del bilancio dello scorso anno, ha trovato inoltre i fondi necessari, 180 mila euro, per concludere il nuovo impianto sportivo. «Verrà infatti costruito, adiacente ai campi da tennis», ha annunciato in assemblea ai consiglieri l’assessore a Lavori pubblici e sport, Andrea Dal Sasso, «un centro servizi con spogliatoio e sede dell’associazione Tennis Caldiero. Questo permetterà al sodalizio di spostarsi subito dall’azienda terme e di avviare nei nuovi spazi la propria attività». Dal Sasso ha inoltre informato: «I due campi da tennis verranno intitolati a Mario Gonzato e Stefano Marcolongo, due figure storiche ed importanti per il tennis a Caldiero». I soldi necessari al centro servizi con spogliatoio e sede associativa per i tennisti provengono per 74 mila euro da maggiori oneri di costruzione incassati dal Comune nel 2017, per 66 mila euro dai risparmi sulle spese correnti nel 2017 e per 40 mila euro da un contributo concesso al Comune dall’azienda speciale terme. «Non si discute della bontà dell’intervento», ha asserito la capogruppo di opposizione, Carmen Tomba, «solo che la precedente amministrazione aveva presentato in Consiglio comunale la costruzione di un solo campo da tennis e di una parte dello spogliatoio. In corso di approvazione del progetto da parte dell’ufficio tecnico, i campi da tennis sono diventati due, senza lo spogliatoio e senza che noi sapessimo nulla». «Non si possono inserire in fretta e furia lavori quando si programmano le opere pubbliche», ha lamentato Tomba giustificando così il voto contrario dei consiglieri di opposizione, «i tempi per realizzare il centro servizi sono stretti e in primavera, all’inizio della stagione tennistica, è difficile che lo spogliatoio sia già pronto e venga messo a disposizione dei giocatori. Esiste un piano B se esso non venisse completato entro la primavera?». Tomba non ha mollato l’osso ed ha proseguito: «Quando lei, sindaco, era presidente delle terme, l’azienda non scuciva un euro», ha fatto notare la capogruppo di Cittadini per Caldiero, «mentre adesso le terme finanziano per 40 mila euro lo spogliatoio per i tennisti». Il sindaco Marcello Lovato così ha risposto a Tomba: «Si voleva dare la possibilità all’associazione tennis di spostarsi subito dalle terme e lasciare liberi i vecchi campi da gioco», ha detto, «inoltre, prima non c’erano i 180 mila euro per concludere l’opera: i fondi sono stati poi trovati, insieme ai funzionari comunali». «Nel progetto originario», ha chiarito inoltre il sindaco, «erano previsti tre campi da tennis: due coperti ed uno scoperto. Difatti due li ha realizzati il Comune e il terzo sarà costruito dall’associazione. Tutto ciò con l’obiettivo di ottenere il riconoscimento della Fit – Federazione italiana tennis – che permetterà di ospitare nell’impianto caldierese tornei nazionali e regionali. Ma oltre ai campi da gioco, c’era l’esigenza di realizzare uno spogliatoio per i giocatori. Con la precedente amministrazione, l'associazione tennis si era accordata per sfruttare intanto lo spogliatoio del campo da calcio, finché non fossero stati trovati i fondi necessari. Fondi che ora ci sono». •

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1