CHIUDI
CHIUDI

29.12.2018

Con le Terme più soldi al Comune

Famiglie alle terme:  previsti nuovi abbonamenti per la prossima estate
Famiglie alle terme: previsti nuovi abbonamenti per la prossima estate

Con quasi 205mila ingressi registrati questa estate, le antiche Terme di Giunone hanno fatto registrare il secondo record assoluto di bagnanti in una stagione. L’estate magnifica del 2017 rimane in testa a questa speciale classifica con 213.900 biglietti staccati in tre mesi, il record di sempre. Ma anche l’estate di quest’anno non è stata male e si piazza al secondo posto, con ben 204.943 ingressi. Un andamento più che positivo, che ha portato nelle casse dell’azienda speciale terme un milione e 600 mila euro di introiti. L’unico dato che non viene giudicato positivamente è il calo delle persone di Caldiero che utilizzano le piscine: in questo 2018 solo il 10 per cento del totale, pur abitanzo in zona ben ottomila cittadini. Con una situazione tanto florida, il Consiglio comunale d’intesa con il Cda dell’azienda terme ha deciso di modificare il contratto di servizio tra Comune di Caldiero e azienda speciale terme, che intercorre dal 1998. All’epoca, questo aveva fissato che l’azienda dovesse versare 15 mila euro circa di utili all’anno al Comune. Adesso le terme dovranno versare al Comune 50mila euro all’anno di utili. «Questo anche alla luce del fatto che non ci sono più i campi da tennis all’interno delle terme», spiega il sindaco Marcello Lovato. «Poiché sono stati costruiti nuovi alla Cittadella dello Sport, l’onere per la gestione degli stessi è passato all’amministrazione comunale. L’azienda ha anche fatto proprie alcune iniziative a carattere sociale». Alla luce del più che soddisfacente risultato della stagione appena conclusa, il Cda dell’azienda terme ha appena approntato il proprio bilancio di previsione 2019, approvato con voti unanimi dal Consiglio comunale. Il budget economico previsto, cioè quanto l’azienda pensa di incassare nella prossima stagione estiva, è di un milione e 376 mila euro. «Quest’anno l’azienda si occuperà solo di fare manutenzioni all’impianto», avverte il sindaco Lovato, «mentre lo sviluppo del complesso resta un compito specifico dell’amministrazione comunale». Il Cda delle terme ha previsto per il 2019 di ultimare i vialetti e i camminamenti, di rifare il guardaroba, di riqualificare l’area di 1.200 metri quadrati rimasta libera dai campi da tennis, che diventerà zona solarium a prato e infine verrà fatta la messa in sicurezza della copertura dei fabbricati all’ingresso del complesso termale. Il Cda per la prossima stagione ha anche fatto una revisione delle tariffe di ingresso. Sono previste in particolare due novità. «Oltre all’abbonamento famiglia classico, con i due genitori e i figli minorenni», annuncia il direttore dell’azienda terme Vittorio Gazzabini, «abbiamo deciso di introdurre un nuovo abbonamento che comprende un solo genitore, i figli minorenni e un altro componente maggiorenne della famiglia, che non deve essere per forza il padre, ma che può essere un nonno, piuttosto che un fratello maggiorenne o anche una baby sitter». «Questa esigenza è stata riscontrata spesso alle casse dai nostri bigliettai», aggiunge. Dunque una scelta alla luce del fatto che alle terme entrano sempre meno papà, un po’ perché ci sono sempre più divorzi, un po’ perché preferiscono mandare le mamme alle piscine con i figli. L’altra decisione circa la revisione delle tariffe riguarda l’aumento di 2 euro del biglietto di ingresso del sabato, che dunque da giugno passerà da 10 a 12 euro. «Questo perché il sabato è diventato il giorno di maggior affluenza dopo la domenica», conferma il direttore Vittorio Gazzabini, «mentre gli abbonamenti sono rimasti inalterati rispetto alla scorsa stagione». •

Zeno Martini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1