CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

15.04.2018

Caccia alle auto «missile» Autovelox per tutto il centro

Il sindaco Marcello Lovato
Il sindaco Marcello Lovato

Autovelox in azione a Caldiero e a Caldierino, nei prossimi giorni, per limitare chi ha il piede pesante sull’acceleratore. A seguito di continue segnalazioni da parte di cittadini residenti sui comportamenti di alcuni conducenti che non rispettano il codice della strada e i limiti di velocità in centro abitato, la polizia municipale dell’Unione Comuni Verona Est effettuerà ripetuti controlli e rilievi della velocità dei mezzi, sia con l’autovelox che rimettendo in funzione le colonnine arancio dei «Velo Ok», i dissuasori fissi che possono contenere al loro interno un rilevatore come un telelaser, un autovelox o un data blogger. «Putroppo, non passa giorno che i caldieresi che si lamentino del comportamento scorretto di automobilisti che attraversano le zone residenziali», descrive la situazione il sindaco Marcello Lovato, «per evitare di trovare traffico lungo le strade regionali 11 e 38 “Nuova Porcilana” e così si sentono liberi di correre. È una cattiva abitudine che vogliamo fermamente contrastare». «Caldiero deve diventare un paese sicuro per i pedoni e per i ciclisti e in modo particolare per i bambini e gli anziani, che privilegiano spostarsi nel centro abitato a piedi o con la bicicletta», evidenzia il sindaco Lovato. «Come amministrazione vogliamo sostenere una mobilità alternativa sicura». In paese inoltre, sono stati pure istallati, nei giorni scorsi, i rilevatori dei flussi di traffico - si tratta di scatole nere attaccate ai sostegni dei lampioni, con avviso per la popolazione sul loro scopo - per avere i dati orari certi dei flussi dei veicoli, in modo che l’amministrazione comunale possa in seguito redigere un piano della viabilità su parametri certi. •

Z.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1