CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.02.2018

Binari schermati muretti e pulizie «Ora è più sicuro»

Erano decenni che non venivano condotti interventi di manutenzione così rilevanti da Rfi – Rete Ferroviaria Italiana – società del gruppo Ferrovie dello Stato, nel tratto della linea ferroviaria Milano – Venezia che interessa Caldiero. Alcuni lavori sono stati realizzati su richiesta dell’amministrazione comunale, la quale ha trovato un’ottima intesa e collaborazione in Michelangelo Martini, dirigente dell’Unità territoriale sud della Direzione territoriale Produzione di Rfi Verona e con i suoi più stretti collaboratori. È in fase di ultimazione la costruzione di muretti di protezione a sud di viale Marconi che andranno a chiudere le strade cieche sulla strada ferrata. Gli stessi muretti proteggeranno pure pedoni e residenti che utilizzano la controstrada che passa lungo la ferrovia. Dopo decenni di attesa, Rfi ha provveduto, dall’8 gennaio scorso, anche a fare una pulizia radicale della massicciata di contenimento, sia dalle sterpaglie e dalla vegetazione spontanea, che dai rifiuti lanciati dai treni o abbandonati da residenti e passanti dalle strade cittadine, finiti nelle scarpate che costeggiano i binari. «Si tratta di un intervento che chiedevamo da anni», rimarca il vicesindaco Francesco Fasoli, delegato ad Ecologia e mobilità, «e che va incontro ad esigenze di pulizia dell’ambiente, di decoro dell’abitato e di sicurezza ed igiene per i residenti». «Accanto alla pulizia delle scarpate Rfi, in prossimità della stazione ferroviaria, ha provveduto ad erigere un muretto di protezione al posto della recinzione metallica», prosegue il vicesindaco, «che veniva facilmente scavalcata da chi voleva prendere il treno, soprattutto studenti, attraversando i binari, senza utilizzare il sottopassaggio». «Un rischio, dunque, per l’incolumità dei protagonisti di queste bravate», sottolinea Fasoli, «al quale ora è stato posto rimedio, grazie a questa protezione molto più alta, rispetto alle recinzioni precedenti». Una protezione maggiore, anticaduta, che l’amministrazione comunale ha chiesto ad Rfi di porre in essere pure sui cavalcavia che si trovano sopra i binari, in via Alberone e in corso Alcide De Gasperi. «Ringraziamo, come amministrazione comunale, la disponibilità che abbiamo incontrato con l’unità territoriale Produzione di Verona di Rfi», conclude il vicesindaco Fasoli, «che in queste settimane e nelle scorse settimane è andata a risanare una situazione degradata da diversi anni in pieno centro abitato ed inoltre è intervenuta a favore della sicurezza dei residenti e degli utenti delle ferrovie». • Z.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1