CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

01.09.2018

Violento nubifragio
Verona sott'acqua
Danni e allagamenti

Un violento temporale è in corso e sta interessando tutta l'area dalla Valpolicella fino a Parona finita letteralmente sott'acqua. Il progno di Negrar è in procinto di esondare e molte zone limitrofe sono rimaste senza corrente elettrica.  Anche ad Avesa il progno fa paura e a Quinzano la gente è barricata in casa.

 

Esondato il torrente Crencano, a Ponte Crencano in zona via Monte Baldo dove due persone sono rimaste bloccate nei pressi dell'argine prima che intervenissero degli agenti della questura a salvarli. 

 

Grossi problemi anche in Val Squaranto, allagamenti a Pigozzo e Montorio. Chiusa la tangenziale Est in entrata a Montorio con uscita obbligatoria alla Mattarana a causa del l’allargamento del sottopasso di Montorio.  Anche Quinto e Poiano travolti dal diluvio con strade bloccate e cantine allagate.

 

Allagata anche Mizzole dove la situazione è complicata anche da una frana tra Castagnè e Pian di Castagnè.

 

Situazione decisamente critica anche nell'Est veronese, in particolare in Val d'Alpone. Le frazioni di Monteforte, Costalunga e Brognoligo, sono in grande difficoltà:  i corsi d'acqua secondari sono al limite e ci sono allagamenti un po' ovunque mentre sta continuando a piovere. Lo spettro della tremenda alluvione del 2010 sembra aleggiare nella zona e grande è la preoccupazione  per lo scolo Mutti e così pure il  Rio delle Carbonare a Costalunga che è già sott'acqua ed è impossibile muoversi.

 

Situazione gravissima anche a  Costeggiola di Soave. Il torrente che passa in paese è esondato allagando alcune case. È bloccata la strada tra Soave e Cazzano di Tramigna.

 

Problemi anche nella Val d'Illasi, la Strada provinciale 10 è in condizioni critiche: invasa dall'acqua da Colognola ai Colli  fino a San Zeno.

 

Protezione civile e vigili del fuoco sono in azione. Il tutto mentre sul centro storico è comparso un doppio arcobaleno completo . La polizia municipale raccomanda di evitare di transitare nella zona.

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1