CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.09.2018

Valpolicella, furiosi
i residenti
«Curare i progni»

Abbandonata la Provinciale, arrivati alla rotonda di Santa Maria, svoltando a destra per andare verso Negrar, ieri mattina, prima delle dieci, la strada era ancora un torrente limaccioso. Ovunque fuoristrada della protezione civile, pattuglie della polizia Locale, e poi vigili del fuoco.

 

 «Credo davvero che il mio sia il comune più colpito da quest’ondata di maltempo. C’era una nota meteo che però dava un’allerta di colore giallo, quasi non avrebbe dovuto piovere», spiegava il sindaco di Negrar Roberto Grison. 

 

«Non credo si tratti di un problema di manutenzione dei progni, quello che è accaduto non era prevedibile». Di diverso il parere i residenti. «Il problema vero è che hanno interrato due canali e il progno non sfoga più», dice Martino Fasoli. Non migliori le cose a casa Mohr. Qui c'è la casa della famiglia Righetti. «Dalla nostra cantina entrava acqua da sotto, perchè i terreni, inondati dall’acqua pompata via dalle idrovore, poi drenavano sotto le nostre fondamenta.Qui anzichè sistemare il progno lasciandogli spazio, si è preferito interrare i canali».

 

Il vicedirettore del Consorzio di bonifica veronese, Andrea De Antoni, rimanda al mittente ogni accusa. «Giusto la settimana scorsa abbiamo sistemato il progno di quella strada, e lo dimostra l’erba sfalciata. E non abbiamo interrato alcun canale, chi sostiene questo mente. •

A.V.
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1