Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
sabato, 22 settembre 2018

Torricelle, muore sotto il trattore

Vigili del fuoco, polizia e personale del 118 assieme ai parenti della vittima sul luogo della tragediaL’elicottero di Verona Emergenza, arrivato per i soccorsi

Era morto forse dal primo pomeriggio, tra le 14 e le 15, chissà. E quando verso sera i familiari non l’hanno visto rientrare a casa, sono andati in quell’appezzamento coltivato a olivi che c’è sulle Torricelle, in via Sbusa, una traversa di via San Leonardo. E hanno trovato il trentottenne Claudio Dal Conte sotto il trattore. Immediatamente sono scattate le telefonate al 118, che sul posto ha inviato l’elicottero per accelerare i soccorsi, ma quando il medico è arrivato non ha potuto che constatare il decesso dell’uomo. I vigili del fuoco hanno inviato più mezzi, per sollevare il trattore, quindi il corpo dell’uomo è stato adagiato a terra, e ricomposto in attesa dell’arrivo dei tecnici dello Spisal. Sul posto sono arrivati anche numerose persone, parenti o altri lavoranti. IL LUOGO. In quella proprietà si arriva da due lati, o da via Monte Ortigara, attraverso una strada sterrata impercorribile con mezzi normali, ma anche con una campagnola è disagevole, oppure da via San Leonardo, scendendo dalla «lasagna», quindi svoltando a destra su un’altra strada in cemento che confluisce in una proprietà privata chiusa da un cancello con tanto di telecamere. LE INDAGINI. L’infortunio dell’uomo è avvenuto ad alcune decine di metri all’interno della proprietà. Per cause in corso d’accertamento anche da parte della polizia di Stato che sul posto, oltre alle Volanti ha inviato anche gli uomini della Scientifica. Si tratta di un infortunio sul lavoro. Dal Conte abitava a Illasi con la famiglia. E secondo quanto raccolto sul posto, aveva affittato svariate proprietà sulle Torricelle e non solo, le coltivava e teneva il raccolto, in questo caso stava lavorando in una piantagione di olivi, che a breve sarebbero stati pronti per la raccolta. «È successo quello che spesso purtroppo accade quando si usa un trattore», ha detto una delle persone accorse sul posto, «non c’è molto da dire, siamo tutti molto scossi». L’AUTOPSIA. La salma di Dal Conte è stata in serata portata all’istituto di medicina legale di Borgo Roma, a disposizione del magistrato che deciderà se eventualmente affidare l’autopsia. UNA SETTIMANA FA. È questo il secondo incidente mortale in una settimana circa. Giusto lunedì scorso era deceduto un altro agricoltore, Luigi Zardini, 58 anni, abitava in località Cornè, tra Pastrengo e Piovezzano. Forse c’era stato un malore all’origine di quell’incidente mortale, in quel caso, l’agricoltore che stava conducendo il suo mezzo, con dietro il cassone su cui caricare l’uva raccolta durante la vendemmia, era precipitato in una piccola scarpata che costeggia la strada Statale Gardesana. A marzo, a Moruri era deceduto un altro agricoltore, Luigi Menini, 61 anni, poco dopo l’arrivo in ospedale. Sempre a marzo era morto anche Agostino Brentegani, 83 anni, mentre tentata di tirare fuori il trattore dal pantano. •