CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

21.04.2017

«Sono vivo
solo grazie
ad Alessia»

Nicolis sul molo di Rimini
Nicolis sul molo di Rimini

Dopo il dolore arriva il momento degli interrogativi. Com’è potuto accadere che il Bavaria di 15 metri su cui viaggiava l’equipaggio composto da cinque veronesi e un vicentino si sia andato a incagliare sulla scogliera del porto di Rimini? È la domanda a cui dovranno cercare di dare risposta gli inquirenti, che da martedì lavorano sul caso. L’inchiesta è stata aperta per naufragio colposo e ieri sono stati effettuati i primi accertamenti sui corpi delle quattro vittime.

 

Luca Nicolis, uno dei due sopravvissuti, ha raccontato agli amici quegli istanti: «Alessia è stata la prima a tuffarsi, io l’ho seguita e il suo gesto mi ha salvato la vita». La sua fidanzata invece è tra le vittime. Carlo Calvelli, l’altro veronese in salvo, è stato sentito dagli inquirenti. La decisione di partire nonostante previsioni meteo avverse? «È stata presa insieme».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il progetto del traforo è stato ridotto (niente camion e una sola canna). Tu cosa faresti?
Facciamo il traforo corto
ok