CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.07.2018

Saranno ultimate le case occupate dai senzatetto

La fila delle case non completate a San Michele
La fila delle case non completate a San Michele

Saranno sgomberate quanto prima e rese inaccessibili le abitazioni al grezzo di via Cernisone a San Michele Extra. Case di pregio, mai ultimate, dove da alcuni mesi hanno trovato rifugio sbandati e senza tetto. Le segnalazioni sono arrivate dal consigliere comunale Stefano Vallani, dal consigliere della Settima circoscrizione Carlo Pozzerle, da alcuni cittadini e da evidenti segni di reti divelte e porte d’accesso forzate visibili anche dal marciapiede che evidenziavano la presenza di senzatetto e sbandati che vivono in una situazione di abusivismo. Nelle case abbandonate, infatti, c’è chi ha ricavato veri e propri “miniappartamenti“ allestiti con mobilio di fortuna, con materassi a terra, candele per l’illuminazione e oggettistica di vario genere, segnali inequivocabili di bivacchi e pernottamenti da parte di ignoti. Della vicenda e dell’opportunità di un intervento immediato da parte dei proprietari degli immobili, per porre fine a questa situazione di degrado, di recente c’è stato un incontro tra la proprietà e il presidente della Settima circoscrizione Marco Falavigna. Il quale spiega: «Ho avuto un incontro e confronto con la proprietà delle abitazioni lasciate al grezzo di via Cernisone e via Monte Tesoro alcune delle quali, nonostante il mese scorso ci sia stato un blitz dei vigili con l’allontanamento di cinque persone che avevano trovato rifugio, di recente sono state rioccupate» dice Falavigna, «per risolvere definitivamente una situazione di degrado che conoscevamo e abbiamo tenuto sotto controllo in attesa proprio dell’incontro con la proprietà. Ci è stato assicurato che a breve interverrà per risolvere definitivamente il problema delle abitazioni al grezzo con interventi di sgombero e con la messa in sicurezza delle case. Inoltre i proprietari», aggiunge Falavigna, hanno assicurato che alla fine dell’estate inizieranno i lavori di ultimazione della abitazioni attualmente al grezzo di via Cernisone e delle palazzine di via Monte Tesoro, anche queste da ultimare e rifugio di sbandati». «Per quanto attiene all’area verde con alberi d’alto fusto e ampie zone di ombra nella zona di via Cernisone ex proprietà Nichesola-Pollini, da anni di proprietà comunale ma inutilizzabile perché chiusa da un cancello e da un muro di cinta che di fatto ne impediscono l’accesso», conclude Falavigna, «quanto prima avrò un incontro con l’assessore competente per sollecitare un intervento risolutore che possa consegnare al quartiere un polmone verde con panchine, giochi per bambini e illuminazione dove si possa trascorrere qualche ora di tranquillità». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Luciano Purgato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1