Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
lunedì, 24 settembre 2018

L’estate è in piena forma Possibili temporali isolati

La rinfrescata di ieri ha concluso un po’ in anticipo un’ondata di caldo che avrà in realtà una replica parziale a partire da domani e per più giorni. All’alta pressione africana si sostituirà infatti quella delle Azzorre, una massa d’aria calda e stabile che ha l’intenzione di riportare in alto le temperature per almeno setto o otto giorni. Il fine settimana ritroverà in sostanza condizioni di stabilità e di solleone; non raggiungeremo però le temperature equatoriali dei giorni scorsi. A Verona città il top è stato raggiunto mercoledì pomeriggio attorno alle 17: 36,4 gradi. Non è certo un record: l’anno scorso si salì fino a 38,3°. Come anticipato, anche nei prossimi giorni continuerà a fare caldo, con valori massimi pomeridiani attorno ai 33/34 gradi accompagnati da umidità elevata. E non finirà certamente qui. La situazione si sbloccherà solo attorno alla fine della prossima settimana. Dopo qualche giorno un po’ meno rovente (tra oggi e domenica), l’approfondimento di una saccatura di maltempo sulla Penisola iberica tenderà a rinvigorire l’alta pressione africana a partire da lunedì, con la prospettiva dell’arrivo di correnti umide e molto calde su tutta l’Italia. Solo a partire da sabato 11 agosto l’alta pressione si farà un po’ da parte e dopo una coriacea resistenza permetterà ad un fronte atlantico di transitare sul nord Italia. Sulla stabilità prevista nei prossimi giorni penderà tuttavia la spada di Damocle delle infiltrazioni di aria fresca nord Atlantica dalle vallate alpine alla regione padana, con la possibilità di temporali molto localizzati e difficili da prevedere. Sebbene previsto, il temporale di ieri mattina ha solo sfiorato Verona (dove sono caduti tra 5 e 8 millimetri di pioggia debole), ma ha colpito duramente San Giovanni Lupatoto: in tre quarti d’ora sono caduti fra 55 e 60 millimetri d’acqua, ossia quasi l’intera quantità d’acqua che cade mediamente in agosto, provocando vasti allagamenti. Il fine settimana inizierà oggi con una giornata dal tempo abbastanza soleggiato. Pur con qualche nube nel pomeriggio, le temperature massime torneranno ad alzarsi un paio di gradi (max. di 33° circa). Più sole è previsto domani e domenica, ma con molta afa; le temperature pomeridiane oscilleranno fra 34 e 35 gradi. Anche la prossima settimana non vedrà particolari variazioni. Farà sicuramente molto caldo con massime comprese fra 33 e 35 gradi almeno fino a mercoledì. Ma è molto probabile che il caldo e l’afa si protraggano fino a Ferragosto se non oltre. Nelle estati degli ultimi quindici anni il gran caldo si è spesso protratto ben oltre la metà del mese, quando solitamente l’atmosfera diviene più fresca anche per la minore durata delle giornate. Nel 2015 il 30 agosto si toccarono ad esempio i 35 gradi: mai dare per finita l’estate a Ferragosto.