CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.11.2016

In ricordo
di Venetita
e Lioara

L’hanno chiamato «In ricordo di Venetita e Lioara». L’appuntamento è per venerdì 25 in località Bassona, sulla strada Bresciana, alle 21.

Nella giornata dedicata all’eliminazione della violenza sulle donne, la comunità Papa Giovanni XXIII organizza un momento di riflessione, cui partecipano Giorgio Malaspina, coordinatore nazionale della campagna «Questo è il mio corpo» e il vescovo monsignor Giuseppe Zenti.

«Abbiamo deciso di farlo nella piazzola del distributore dove venne uccisa Venetita Niacsu, un luogo simbolo della violenza che queste donne subiscono quasi quotidianamente e che alle volte ha l’epilogo tragico che hanno avuto i casi di Venetita e Lioara».

Venetita aveva 46 anni, di origini romene, venne assassinata a due passi dal semaforo che porta alla Bassona. Lavorava là, tutte le sere. Chi l’ha uccisa l’ha prima picchiata a sangue e poi le ha sbattuto la testa contro uno spigolo di cemento di una cabina elettrica; poi, forse, l’ha anche strangolata. Il suo omicidio è rimasto irrisolto.

Quello di Lioara Petronela Ujica invece ha un colpevole. La donna era stata accoltellata da un cliente Marcos Renè Farina Velasquez, un ventenne paraguayano.A.V.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1