CHIUDI
CHIUDI

02.01.2019

Accoltella il barista
e gli ruba 1.300 euro
e l'iPhone

Un arresto dei carabinieri
Un arresto dei carabinieri

Al «Peccato veniale» è entrato due volte dopo l’orario di chiusura: la prima per accoltellare il titolare, un cittadino cinese, al collo, all’addome e alla testa per portargli via l’incasso, circa 1.000 euro e un iPhone.

Cinque minuti dopo però Vasile Barbu, classe 1986 nato in Romania e residente a Verona, poco lontano da casa del signor Zhou, il proprietario del locale e vittima, è ritornato e ha preso anche circa 350 euro, tutti in monete da un euro, che si trovavano in due sacchetti, probabilmente l’incasso delle slot machine che si trovano in una delle stanze del locale di via don Trevisani a San Massimo

Il 31 dicembre, in carcere a Montorio, Barbu è comparso davanti al giudice per le indagini preliminari Giuliana Franciosi che solo oggi scioglierà la riserva relativa sia alla convalida del fermo disposto dal pm Paolo Sachar sia sulla eventuale modifica della misura.

Barbu è un cliente assiduo  ma doveva denaro al Zhou che gli ricordava il debito ogni volta che lo vedeva. L’altra sera il rumeno aveva bevuto parecchio, ha atteso che l’ultimo cliente uscisse dal bar e poi verso le due è entrato. Ha iniziato a colpire il proprietario, ferendolo in modo grave, e ha continuato a farlo, tra l’altro ripreso dalle telecamere. 

F.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1